Bandiere blu: salgono a 368 le spiagge premiate in Italia

3' di lettura

Il riconoscimento della ong ai lidi migliori per pulizia, sostenibilità e servizi è stato assegnato a 175 comuni. Liguria prima tra le regioni, seguita dalla Toscana e dalla Campania, che ha scalzato le Marche. Tra le new entry Peschici, Sorrento e Rodi garganico

Cresce il numero delle bandiere blu in Italia: le spiagge premiate dalla Fondazione per l'educazione ambientale (Foundation for Environmental Education - Fee) per le loro acque cristalline hanno raggiunto quota 368 (342 nel 2017), pari al 10% di quelle premiate a livello mondiale. Sono 175 le località di riviera (163 l'anno scorso) dove sventola la bandiera Fee (16 i nuovi ingressi e 4 le uscite). La sorpresa è la Campania, che scalza le Marche e si piazza al terzo posto dopo Liguria e Toscana per numero di comuni premiati con la bandiera blu. Non solo qualità del mare ma anche gestione del territorio, impianti di depurazione, gestione dei rifiuti, vivibilità in estate, valorizzazione delle aree naturalistiche sono fra i 32 criteri da rispettare del programma della Fondazione. Quest'anno aumentano anche le bandiere blu sui laghi, assegnate ora a 16 località: oltre agli ingressi di Trevignano romano nel Lazio e Scanno in Abruzzo, conquista un vessillo il Piemonte con Arona (e sale a quota 3), mentre rimangono invariati il Trentino Alto Adige con 10 e la Lombardia con 1 come lo scorso anno.

La Campania supera la Marche e sale sul podio

A migliorare in Italia è anche la situazione di approdi turistici e laghi premiati, aumentati quest'anno rispettivamente a 70 (67 nel 2017) e 16 (dai 13 precedenti). In totale, è stato rilevato nell'evento nazionale di consegna delle bandiere blu, quest'anno la Liguria mantiene il vessillo in 27 comuni e la Toscana negli stessi 19 dell'anno scorso. La sorpresa è stata la Campania, che con tre nuovi ingressi (Piano di Sorrento, Sorrento e Ispani) ha sorpassato le Marche (che perdendo la bandiera a Gabicce mare scivola al quarto posto con 16 comuni). La Puglia conquista tre nuove località (Rodi garganico, Peschici e Zapponeta) e raggiunge 14 bandiere, la Sardegna ha due nuovi ingressi (Trinità d'Agultu e Vignola) e ha il vessillo in 13 località, l'Abruzzo va a quota 9 con l'ingresso di un lago (Scanno) e anche la Calabria è a 9 con due nuovi ingressi (Tortora e Sella Marina). Il Veneto conferma le 8 bandiere e anche il Lazio resta a 8 ma con il comune di Anzio uscito e il lago di Trevignano romano entrato; l'Emilia Romagna aggiunge una bandiera a Cattolica e va a 7 e la Sicilia ne perde una a Pozzallo andando a 6.

Fee: "Il turismo non può che essere sostenibile"

Nell'annunciare con soddisfazione "anche per il 2018, un aumento di Comuni Bandiera Blu, ben 175", il presidente della Fee Italia Claudio Mazza ha rilevato che "il turismo non può che essere sostenibile, in modo da garantire un equilibrio tra fruizione e tutela del patrimonio ambientale". Bandiera Blu, ha aggiunto, "guida passo dopo passo i comuni costieri, a scegliere strategie di gestione sostenibile del proprio territorio, attraverso un percorso che giovi all'ambiente ed alla qualità della vita".

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"