Pubblicato il censimento delle piante "aliene" in Italia: sono 1.597

L'Italia è fra i Paesi europei con il maggior numero di piante aliene (Getty Images)
2' di lettura

Una ricerca pubblicata su Plant Biosystems e curata dall'università di Pisa ha calcolato il numero di specie alloctone e invasive nella Penisola

In Italia sono 1.597 le specie vegetali aliene, ovvero che non si sono sviluppate sul territorio bensì arrivate dall'esterno: è questa la cifra complessiva calcolata da un gruppo di 51 studiosi coordinati dall'università di Pisa. Il lavoro, durato quasi dieci anni, ha messo in luce come la Penisola sia fra i Paesi con una maggiore incidenza di biodiversità "negativa" in Europa. Lo studio è stato pubblicato su "Plant Biosystems".

La ricerca

Nel dettaglio, in Italia sono presenti 8195 specie e sottospecie di piante autoctone, cui si aggiungono 1597 specie aliene (note anche come "esotiche" o "alloctone"). Le specie aliene spesso creano problemi di convivenza con quelle autoctone e possono rivelarsi in alcuni casi "invasive". La ricerca ha stimato che appartengono a quest'ultima categoria 221 specie vegetali, di cui 14 inclusi nella "lista nera" redatta dalla Commissione europea sulle piante (e animali) la cui diffusione in Europa va assolutamente tenuta sotto controllo.

I danni delle specie aliene

Il fatto che, come conseguenza della globalizzazione, sempre più specie riescano a raggiungere nuovi territori, può sollevare alcuni problemi per la salute "come nel caso delle allergie e delle irritazioni cutanee anche piuttosto gravi causate dall'ambrosia o dalla panàce di Mantegazza", si legge nel comunicato dell'università di Pisa, "oppure danni all’agricoltura e ancora la minaccia alla biodiversità come nel caso del fico degli Ottentotti sulle nostre coste rocciose e le pesti d’acqua in canali e laghi".

Il commento

"La diffusione di specie aliene è un fenomeno legato al processo di globalizzazione che va attentamente monitorato", ha spiegato Lorenzo Peruzzi, professore di Botanica sistematica dell’Università di Pisa, "le regioni che presentano il maggior numero di piante esotiche (e potenzialmente i maggiori problemi legati a fenomeni di invasione biologica) sono: Lombardia (776, di cui 111 invasive), Veneto (618, di cui 67 invasive) e Toscana (580, di cui 51 invasive)".

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"