Antartide, la nave si avvicina e i pinguini si tuffano in acqua: video

Il post di Instagram con cui il New York Times ha condiviso il video dei pinguini
3' di lettura

Le immagini riprese da un giornalista del New York Times mostrano il gruppo di uccelli abbandonare l'iceberg ed entrare in acqua. Ma uno di loro è più lento degli altri

Tutti insieme appassionatamente sull'iceberg a godersi il sole. Poi, all'improvviso, arriva una nave. E il il gruppo di pinguini decide di dileguarsi tuffandosi nel mare dell'Antartide. Tutti tranne uno, che si attarda un po' prima di raggiungere i compagni in acqua. Si tratta della simpatica scena immortalata in un video postato dal New York Times sul proprio profilo Instagram.

Tuffo di gruppo

L'autore del video è Ian Urbina, giornalista investigativo del quotidiano americano partito per il Cile un paio di settimane fa. “Non è questo il suo primo incontro con i pinguini”, si legge nel post del New York Times. Ma questo è probabilmente il più divertente. Pochi istanti dopo l'inizio del video si vede infatti un primo pinguino attraversare il pezzo di ghiaccio per poi tuffarsi nel mare. Subito dopo lo seguono tutti gli altri.

Il ritardatario

Sembra quasi sia suonato un allarme, con tutta la colonia di pinguini che si precipita in acqua dopo che la nave sulla quale si trova anche il reporter si stava avvicinando all'iceberg. Solo uno di loro si prende più tempo degli altri. Sembra essere “disturbato e riluttante all'idea di dover tornare in acqua” e rinunciare a “godersi il sole”, scrive sul suo profilo Instagram Ian Urbina. Ma alla fine si tuffa anche lui.

Uno spettacolo totale

Urbina racconta di aver incontrato diversi gruppi di pinguini di Adelia, la specie più diffusa in Antartide. “Sono rumorosi, puzzolenti, adorabili e strane creature”, scrive Urbina. “Uno spettacolo totale: sembra di trovarsi di fronte al traffico dell'ora di punto con un turbinio di piccoli ometti in smoking che cercano con grande fretta di arrivare da qualche parte”.

I rischi del clima

Ma per i pinguini non è tutto rose e fiori, anzi. Il cambiamento climatico sta mettendo a rischio alcune specie come quella africana. Nel febbraio del 2016 sono morti 150 mila esemplari in seguito al distaccamento di un iceberg grande quanto la Valle d'Aosta che ha decimato un'intera colonia.

Leggi tutto
Prossimo articolo