Giappone, big data del meteo e super computer per previsioni migliori

Con i dati del satellite giapponese Himawari-8, si potranno prevedere tempestivamente pericolose catastrofi naturali (Getty Images)
3' di lettura

I dati raccolti da Himawari-8 permetteranno di dare allarmi tempestivi in caso di eventi meteorologici estremi, questo aiuterà le autorità a inviare allarmi tempestivi alla popolazione

Gli allarmi tempestivi sono la contromisura più importante in caso di eventi meteorologici catastrofici. Prima si conosce il problema, prima si avvisa la popolazione, alzando la probabilità di salvare vite umane. Seguendo questa teoria, un satellite giapponese e il software di un super computer del Riken Science Institute nei pressi di Tokyo sembrano convergere verso un obiettivo comune: fornire dati sempre più precisi e sofisticati. Previsioni migliori permetteranno alle autorità di emettere allerta capaci di limitare l'impatto di disastri naturali sulla popolazione.

Come funziona

Secondo lo studio pubblicato su Monthly Weather Review e Journal of Geophysical Research, questo progetto sfrutta per la prima volta i dati collegati alla luminanza delle radiazioni infrarosse per creare dei modelli meteorologici nelle aree coperte da nuvole fitte, che di solito ostacolano queste operazioni. La rivoluzione di questa tecnologia sta nella comparazione tra i dati del satellite giapponese Himawari-8 fatta dal potentissimo computer del Riken Science Institute di Wako, Giappone. Questo satellite è riuscito a inviare dati mai avuti prima su queste zone difficili da studiare.

Cosa cambierà con i dati di Himawari-8

Takemasa Miyoshi, leader del team di ricerca del Riken Institute, ha salutato con entusiasmo i nuovi dati inviati dal satellite, spiegando che ora "siamo in grado di costruire un sistema che sfrutti questi dati per migliorare il modo in cui facciamo previsioni meteorologiche". Il nuovo sistema infatti permette di valutare l'altezza della sommità delle nuvole, formazione fondamentale per stimare fattori come vento, temperatura e tasso di umidità nell'atmosfera. Si tratta di dati fondamentali per prevedere eventi estremi come tsunami, uragani e tifoni. In quelle occasioni le previsioni meteo fatte con strumentazione di terra risultano inaffidabili. Il sistema satellitare sviluppato dal Riken Science Institute invece può continuare a inviare dati anche durante le tempeste, perché li cattura dallo spazio.

L'impatto dei big data sulla popolazione

La velocità di trasmissione del satellite Himawari-8 (invia dati ogni 10 minuti), aiuta ad avere un quadro sempre aggiornato della situazione meteorologica, permettendo alle autorità di inviare allarmi tempestivi alla popolazione, qualora sia costretta ad evacuare le zone colpite. "Per i soggetti più esposti alle catastrofi naturali, come anziani e persone con disabilità, saremo ingrado di dare loro il tempo necessario per lasciare le proprie case", ha specificato al Guardian Miyoshi. Nonostate i buoni risultati ottenuti durante la sperimentazione, la Meteorological Agency giapponese ha accolto con cautela la novità, chiedendo maggiori test sull'accuratezza del sistema.

Leggi tutto
Prossimo articolo