Alla fine hanno vinto gli utenti. Dopo le numerose lamentele ricevute, WhatsApp fa marcia indietro, e annuncia il ripristino dello status testuale, eliminato a metà febbraio per far posto a foto e video che si autoeliminano dopo 24 ore sul modello delle Storie di Snapchat. L’annuncio è arrivato da un portavoce dell’azienda al sito TechCrunch.

 

Ritorno alle origini – "Abbiamo capito che i nostri utenti hanno bisogno di un aggiornamento di solo testo nel proprio profilo, quindi abbiamo deciso di integrare questa funzione nella sezione 'About' delle impostazioni del profilo. L’aggiornamento di stato apparirà ora accanto al nome dell’utente in qualsiasi momento si visualizzino i contatti, come ad esempio durante la creazione di una nuova chat o nelle informazioni di un Gruppo", si legge nel comunicato. Dalla prossima settimana, lo stato testuale tornerà sui telefoni Android e a breve anche sugli iPhone. Si potranno quindi tornare a scrivere messaggi tipo "sto dormendo" e "non disponibile", ma anche frasi che descrivono lo stato emotivo, citazioni o giochi di parole sotto il nome del proprio contatto.

 

Foto e video non scompariranno - Il nuovo status, introdotto lo scorso 22 febbraio, prevede la possibilità di inserire sotto il nome del proprio contatto foto, video, gif e disegni realizzati attraverso la fotocamera della app. Questi contenuti multimediali sono visibili a tutti e si cancellano automaticamente dopo 24 ore, secondo un format che ricorda le Storie di Snapchat. La funzione è stata introdotto dal gruppo Facebook in tutte le sue piattaforme, iniziando da Instagram e continuando con Facebook, Messenger e, per l'appunto, WhatsApp. Nonostante la nuova feature stenti a decollare, però, il ripristino del vecchio status non comporterà comunque la sua eliminazione: "Continueremo a lavorare su nuove idee di Status che permettano alle persone di divertirsi e condividere foto, video e GIF con i propri amici durante la giornata", si legge ancora su TechCrunch.