Muskie, Wallaye e Taimen: come saranno i nuovi smartphone di Google?

Mountain View sta già lavorando ai suoi nuovi modelli. E iniziano a filtrare le prime informazioni: i nomi in codice e le dimensioni, da 5 a oltre 5,5 pollici

Muskie, Wallaye e Taimen sono i successori dei Pixel. Sono infatti gli smartphone ai quali sta lavorando Google. Si tratta di nomi in codice che, con tutta probabilità, non saranno confermati nel lancio commerciale. Ma forniscono alcune informazioni sul futuro di Google nel settore mobile.

 

A Google piace il mare – Dopo i Nexus, i Pixel hanno rappresentato un passo avanti notevole per Big G, che sta puntando molto sulla riscoperta dell'hardware. Non sorprende allora che la gamma di smartphone possa ampliarsi. Riguardo ai nomi, Google si conferma affezionata agli animali acquatici. Muskie, Wallaye e Taimen sono infatti pesci, proprio come lo erano Marlin e Sailfish (nomi in codice dei due Pixel lanciati lo scorso ottobre).

 

Le caratteristiche - Quanto alle caratteristiche dei dispositivi, si sa davvero poco. Le indiscrezioni sul conto di Muskie e Walleye erano circolate già un paio di giorni fa. Con il passare delle ore si è aggiunta un'altra informazione (non confermata da Google): Muskie dovrebbe avere un display da 5,5 pollici e Walleye da 5 pollici. Le dimensioni ricalcavano quelle già scelte per il Pixel e per il suo fratello maggiore, Pixel XL. Poche ore fa, però, sarebbe emersa un'altra novità. Mountain View starebbe progettando anche un terzo smartphone. Nome in codice Taimen.

 

Taimen: la novità – Anche nel caso di Taimen, le informazioni sono scarse. Sarebbe però un dispositivo più grande, superiore ai 5,5 pollici. Anche Google, quindi, sembra voler puntare sui modelli extralarge, in linea con la strada già intrapresa (tra gli altri) da Samsung. Il fatto che la notizia sia stata appresa da Droid-Life solo dopo aver saputo di Muskie e Walleye suggerisce un'altra cosa: se i primi due sono legati, con variazioni interne minime e un hardware che si distingue solo per le dimensioni, Taimen seguirebbe uno sviluppo autonomo. E qui, come conferma anche Droid-Life, iniziano le domande: quali sono le differenze? In cosa sarà diverso dai Pixel,  Muskie e Walleye? E, soprattutto, sarà uno smartphone? È l'opzione più credibile, ma non si può ancora escludere che si tratti di un tablet o di un ibrido 2 in 1 tablet-laptop. In quest'ultimo caso (comunque meno probabile) Google si aprirebbe a un mercato del tutto nuovo.    

Copyright © 2013 Sky Italia - P.IVA 04619241005