Tinder vuole creare un club esclusivo. L'app per appuntamenti ha creato Tinder Select che, come dice il nome, seleziona (su invito) gli utenti in base alla loro desiderabilità. Non si tratta solo di una questione estetica: i parametri per essere ammessi sono diversi - anche se non ufficializzati dalla società - e vanno dall'immagine alla posizione sociale fino al successo nel mondo del lavoro. Tinder apre quindi un nuovo luogo (digitale) nel quale si potranno incontrare modelle, modelli, celebrità, manager e utenti facoltosi. 

 

Come funziona Tinder Select – La nuova piattaforma è chiusa. Si accede solo grazie a un invito, inviato direttamente dal team di Tinder. In alcuni casi, l'invito offre all'utente la possibilità di indicare qualcuno di propria conoscenza. Ma la catena si interrompe qui: il nominato non può allargare l'invito. Una scelta fatta proprio perché la volontà è quella di tenere il gruppo circoscritto e con standard elevati. Cambia anche la grafica: sarà più elegante e con una dominante blu (a differenza della versione classica, che invece è rossa). In ogni momento, comunque, gli ammessi a Select potranno frequentare anche l'app generica e senza paletti.

 

Selezione all'ingresso – Al di là degli inviti personali, non sono chiari i parametri con i quali un utente venga invitato alla cerchia ristretta. È molto probabile che uno dei criteti (ma non l'unico) sia il cosiddetto “Elo score”. Si tratta di un punteggio che ogni utente possiede, nascosto anche al diretto interessato. Il ceo di Tinder, Sean Rad, aveva spiegato a "Fast company" in cosa consiste: serve a facilitare i suggerimenti giusti, al proprio livello. Non misura l'attrattività fisica ma (parola di Rad) la “desiderabilità”. Ma, di nuovo, il manager non svela altro: il punteggio “non riguarda solo la quantità di visualizzazioni delle foto”, ha spiegato Rad. “Si tratta di un meccanismo molto complicato, basato su un algoritmo che ha rischiesto due mesi e mezzo di sviluppo”.

 

A cosa serve Select – Secondo TechCrunch, Tinder Select è attivo già da un po' di tempo, almeno sei mesi. Ma salta fuori solo adesso. Tinder, almeno per il momento, non pare quindi avere la voglia e la necessità di diffondere la sua versione "aristocratica". Select è una sorta di club privato, che non punta ai grandi numeri ma spinge su un altro fattore  - la riservatezza - per attrarre utenti particolarmente appetibili. L'idea di un'app d'incontri meno popolare non è nuova. The league, ad esempio, suggerisce i potenziali partner in base alle proprie competenze su LinkedIn.