Sfidare LinkedIn e Snapchat per continuare a crescere. Sembra questa la nuova strategia di Facebook per aumentare la piattaforma di utenti, ormai stabilmente sopra l'1,8 miliardi di persone. Il ceo di Menlo Park ha deciso infatti di rendere il social di sua invenzione uno spazio utile per proporre e cercare lavoro e, allo stesso tempo, caricare foto temporanee, online solo per 24 ore.

 

Spazio a foto e video dalla vita breve - Facebook si ispira dunque a Snapchat e lancia anche in Italia la nuova fotocamera e le Stories, che permettono di condividere foto e video con gli amici per un'intera giornata per poi sparire. "Invece di avere una foto o un video in modo permanente sulla bacheca, qualcuno preferisce condividere dei momenti in maniera istantanea. Le Facebook Stories sono state quindi incluse nella nuova fotocamera dell'app per dare alle persone più flessibilità nel modo in cui condividono le loro esperienze", ha spiegato il social network di Mark Zuckerberg. L'app è dotata di frames, effetti interattivi e filtri da poter applicare a clip e immagini, a cui è possibile rispondere in maniera individuale. I contenuti, infine, si cancelleranno dopo 24 ore e non riappariranno sulla bacheca o nel News Feed (se non postandoli direttamente).  

 

La sfida a LinkedIn - L'altra novità è che le aziende potranno pubblicare sui loro profili Facebook anche le offerte di lavoro come già fanno su LinkedIn: fino a questo momento, soprattutto a livello internazionale, il social di riferimento per lo sviluppo delle professioni. La funzione sarà disponibile, per ora, solo negli Stati Uniti e in Canada. Le imprese potranno mettersi in contatto con le persone tramite la chat di Messenger. Gli utenti, spiega la compagnia di Menlo Park, potranno rispondere dalla pagina dell'azienda all'annuncio di lavoro cliccando sul pulsante "candidati": a quel punto si aprirà una finestra parzialmente compilata con le informazioni su impieghi e formazione che l'utente ha precedentemente inserito sul social. I dati potranno essere modificati e ampliati prima di inviare la propria candidatura. Il sistema sembrerebbe più semplice e immediato rispetto a LinkedIn, andando a potenziare l'offerta per il mondo professionale inaugurata con Workplace, una piattaforma dedicata proprio alle aziende.