Mark Zuckerberg è uno degli uomini più popolari del pianeta, ma non tutti gli aspetti della sua vita sono noti ai miliardi di persone che ogni giorno utilizzano il social network da lui creato. Ecco cinque curiosità che forse non sapevate sulla vita dell’imprenditore

1. La biografia di Mark Zuckerberg
Mark Zuckerberg è nato a White Plains, Stato di New York, il 14 maggio 1984. Iniziò a creare software alle scuole medie, quando il padre gli insegnò un programma base e assunse un programmatore per dargli lezioni private. Iscritto all’università di Harvard, era per sua stessa ammissione poco concentrato sui corsi perché impegnato per gran parte del suo tempo a programmare. Zuckerberg fondò Facebook nel 2004, insieme ai colleghi Eduardo Saverin, Andrew McCollum, Dustin Moskovitz e Chris Hughes. Facebook è ora il primo social network e il terzo sito più visitato al mondo, con un miliardo e 790 milioni di utenti mensili e Zuckerberg è una delle grandi personalità del nostro tempo: per la rivista Vanity Fair è al primo posto fra le persone più influenti dell’”Era dell’informazione”, mentre nel 2010 “Time” lo ha nominato uomo dell’anno.

2. Mark Zuckerberg ha rubato Facebook?
Ci sono diverse versioni riguardo la nascita di Facebook: una di queste vuole che Mark Zuckerberg abbia creato il social network per mappare un gruppo di ragazze europee arrivate ad Harvard per uno scambio. Una storia senza fondamento, visto che ai tempi Zuckerberg era fidanzato con l’attuale moglie: come ha raccontato in un’intervista, Facebook è il diretto discendente di “Coursematch” e “Facemash”, piattaforme create per permettere agli studenti di condividere idee sui corsi o votare le foto più belle dei loro colleghi. La storia del presunto furto dell’idea di Facebook si basa invece sull’accusa mossa a Zuckerberg da tre studenti di Harvard, i gemelli Cameron e Tyler Winklevoss e Divya Narendra. I tre sostenevano che avesse rubato l’idea dal loro social network universitario ConnectU e nel 2008 lo denunciarono e per risolvere il contenzioso, fu offerto loro un accordo con un risarcimento di 1,2 milioni di azioni di Facebook, pari a circa 65 milioni di dollari.

3. Il film sulla storia di Mark Zuckerberg
Nel 2010 è uscito il film “The Social Network”, di David Fincher, che racconta la nascita di Facebook. Ha avuto un’ottima critica e vinto 3 Oscar (Sceneggiatura non originale, Montaggio e Colonna sonora). Negativo invece il giudizio di Mark Zuckerberg che ha trovato “molte cose inventate e il film piuttosto offensivo”: il fondatore di Facebook è stato infastidito dalla rappresentazione della nascita di Facebook e per come viene dipinto il rapporto fra se stesso e l’amico e co-fondatore Eduardo Saverin. Zuckerberg l’ha comunque presa con filosofia, consentendo al film di avere una sua pagina Facebook e organizzando proiezioni per i dipendenti della sede di Palo Alto.

4. Chi è la moglie di Mark Zuckerberg?
Mark Zuckerberg ha conosciuto sua moglie Priscilla Chan, una ragazza di origine cinese nata in Massachussets, ad Harvard, e l’ha sposata nel 2012: nel 2015 è nata la loro prima figlia, Maxima. Chan è laureata in biologia ad Harvard e in medicina pediatrica all’Università della California. Come ha raccontato in un’intervista, ha conosciuto Zuckerberg in coda per il bagno durante un party universitario e di averlo trovato inizialmente un po' nerd. Le sue opinioni sono molto influenti per Zuckerberg, tanto che pare lo abbia convinto a imparare il cinese e a istituire un programma su Facebook per donatori di organi.

5. A quanto ammonta il suo patrimonio?
Il magazine specializzato Forbes ha stimato il patrimonio di Mark Zuckerberg in 48,9 miliardi di dollari. È l’under 40 più ricco degli Stati Uniti, la quarta persona più ricca in assoluto del Paese. Le variazioni nella ricchezza di Zuckerberg dipendono dall’oscillazione del valore delle azioni di Facebook sul mercato e possono essere molto improvvise: a luglio del 2016 ad esempio l’imprenditore guadagnò 3 miliardi e mezzo di dollari in un’ora dopo un aumento del 6,5% in borsa. Mark e la moglie nel 2015 hanno creato la “Chan Zuckerberg Initiative” per promuovere iniziative legate all’infanzia donandole contestualmente 45 milioni di dollari in azioni di Facebook (non senza polemiche sul fatto che la società non sia un’organizzazione no-profit). Recentemente, Zuckerberg ha anche annunciato una donazione di 500mila euro in pubblicità su Facebook alla Croce Rossa Italiana dopo il terremoto nel centro Italia.