E' morto all'età di 81 anni Larry Hagman, l'attore noto in tutto il mondo per la sua interpretazione di J.R Ewing, lo spietato petroliere della serie tv "Dallas".
La famiglia ha reso noto che si è spento "serenamente" in un ospedale di Dallas in seguito alle complicazioni del tumore alla gola con cui combatteva da tempo.
Negli anni '90 aveva già avuto un cancro al fegato e una cirrosi epatica dovuta al forte consumo di alcol.

Figlio di una nota attrice di teatro e cinema, Mary Martin, Hagman era arrivato al successo nel 1965 nei panni del maggiore Anthony Nelson nella sitcom "Strega per amore".
Ma fu "Dallas" a dargli una grandissima popolarità: la serie tv lanciata nel 1978 dalla Cbs divenne ben presto un "cult" per milioni di spettatori con 357 fino al 1991, tradotta in 67 lingue e trasmessa in 90 Paesi. In Italia negli anni '80 segnò la prima vera sfida delle tv commerciali alla Rai.

J.R., con il suo cappellone da cowboy e gli stivali, era il cattivo che il pubblico amava odiare nella storia della ricchissima famiglia texana.
"Non riesco a ricordarmi con quante persone sono andato a letto, ho accoltellato alle spalle o ho spinto al suicidio", aveva raccontato Hagman del suo personaggio che all'inizio doveva essere secondario ma che lui aveva imposto come centrale rendendolo sempre più malvagio e crudele.
Hogman aveva interpretato un invecchiato J.R nel sequel della serie che ha avuto successo negli Usa ma non in Italia.