E' morto in Texas all'età di 74 anni l'attore americano Sherman Hemsley, noto soprattutto come il capofamiglia burbero della serie tv "I Jefferson", divertente sit-com sulla scalata sociale di una famiglia afroamericana. Hemsley, originario di Philadelphia, si è spento per cause naturali nella sua abitazione di El Paso. Dopo il successo nei panni di George Jefferson con "All in the Family", una serie degli anni '70 andata in onda anche su Canale 5 con il titolo di "Arcimboldo", Hemsley affiancò Isabel Sanford nello spin-off "I Jefferson".

La sit-com sulla famiglia dell'acido uomo d'affari afroamericano arricchitosi con le lavanderie e approdato alla "upper" Manhattan è andata in onda dal 1975 al 1985 e ha continuato a essere replicata dalle tv di tutto il mondo. Al punto che per il suo ruolo di George (doppiato in Italia da Enzo Garinei) Hemsley ottenne nel 1984 una nomination agli Emmy, gli Oscar della tv, come attore protagonista.

In seguito l'attore era apparso in qualche film ("L'aereo più pazzo del mondo 3") ma non si era mai liberato del suo personaggio nei Jefferson che era tornato a interpretare con qualche cameo nell'episodio pilota della serie tv "P/S - Pronto soccorso", in due puntate di "Willy, il principe di Bel Air", nel film "Mafia!" del 1998 e nel 2011 in un episodio del telefilm "House of Payne".

George Jefferson, un bigotto contrario ai matrimoni misti in voga tra i suoi vicini a Manhattan, è un nuovo ricco che ignora sistematicamente il "politically correct" per far pesare il suo status ai meno abbienti, di qualunque colore abbiano la pelle. In casa trova però una nemesi nella donna di servizio Florence (Marla Gibbs) che risponde con sarcasmo e indifferenza al suo dispotismo.

La sigla iniziale dei Jefferson: