Era il 1992 quando Paolo Rossi portava in scena uno dei programmi comici e satirici più rivoluzionari della storia della televisione, Su la testa.
A vent’anni di distanza l’irriverente guascone torna finalmente in tv su Sky Uno, dopo una lunga assenza dal piccolo schermo, con un nuovo programma comico che consentirà tra l’altro di capire come la comicità e il suo ruolo siano cambiati negli ultimi due decenni. Nei panni di un clown un po' "sinistrato", all’interno di in un circo tra il favolistico e il futurista, Paolo Rossi farà le sue Confessioni di un cabarettista di m. (sottotitolo Esercizi spirituali di rifondazione umoristica).
Monologhi comici e poetici, diretti a provocare il pubblico parlando non del presente, ma del passato e del futuro.

Il programma vede riunirsi anche la coppia artistica formata da Paolo Rossi e Giampiero Solari, che ha realizzato i principali spettacoli teatrali di Rossi tra il 1988 e il 2000 (La Commedia da due lire, Operaccia Romantica, Il Circo di Paolo Rossi, Rabelais) e ha fatto parte del gruppo autorale di Su la testa.
Confessioni di un cabarettista di m. – Esercizi spirituali di rifondazione umoristica è una produzione Sky Uno realizzata in collaborazione con La Corte Ospitale. Il programma, in onda il 24 e 31 maggio e il 7 giugno alle 21.10 in esclusiva su Sky Uno (canale 109, qui la guida tv), è ideato da Paolo Rossi e Giampiero Solari, scritto da Paolo Rossi e Giampiero Solari con Stefano Dongetti, Alessandro Mizzi, Riccardo Piferi e Emanuele Dell’Aquila. La regia è di Luigi Antonini.