Guarda anche:
Foto - Elisabetta e George: tutte le immagini della coppia
Foto - George Clooney: i miei primi 50 anni
Elisabetta Canalis nuda per la Peta

(in fondo all'articolo tutti i video su Elisabetta Canalis)

Mezzo secolo di fascino. George Clooney, nato il 6 maggio del 1961 a Lexington, in Kentucky, festeggia 50 anni. E lo farà con una mega party organizzato nella sua villa in California dalla fidanzata Elisabetta Canalis, con ospiti, neanche da dirlo, del calibro di Brad Pitt e Angelina Jolie, Matt Damon, Ben Affleck, Julia Roberts. Insomma, una festa in pure stile hollywoodiano. "Sarà lei a offrire il party del secolo", ha scritto il settimanale di gossip "In Touch Weekly". "Elisabetta vuole veramente che sia la più bella serata della vita di George". La Canalis, che nei giorni scorsi ha posato nuda per una campagna fotografica a favore della Peta, la People for Ethical Treatment of Animals, ha smentito i particolari sulla festa. Ma, del resto, i party a sorpresa non si annunciano.

"Invecchiare non mi preoccupa - ha recentemente dichiarato Clooney a chi gli chiedeva un suo commento sul giro di boa dei 50 anni. "Sono  abbastanza a mio agio con l'idea. Perché é meglio dell'altra opzione, che è essere morto. Quindi diciamo che scelgo l'invecchiare". Ma non certo progettando figli o matrimonio. "Vedere bimbi che corrono sul prato mi rende nervoso", ha ammesso l'attore. "Non ho mai sognato di mettere al mondo dei George junior. Naturalmente, potrei sempre adottare qualcuno dei figli di Brad Pitt", ha ironizzato Clooney, da sempre grande amico del marito di Angelina Jolie. Quanto al versante matrimoniale, il bel George ha già dato, ancora scottato dopo aver divorziato dall’attrice Talia Balsam solamente 4 anni dopo averla sposata nel 1985. Per ora l’attore, famoso per pellicole come "Burn after reading", "Prima ti sposo e poi ti rovino", "Good night and good luck", ma anche per il telefilm "E.R.", si dedica solo a nuovi progetti cinematografici e agli impegni umanitari.

Clooney è molto impegnato nella causa del Darfur e nel 2008 è stato nominato dall'Onu ambasciatore della pace. Proprio nei mesi scorsi, si era recato nello Stato africano per seguire di persona il referendum che avrebbe deciso per la secessione della parte meridionale del paese, contraendo, anche se senza conseguenze gravi, la malaria. E, insieme al regista Steven Spielberg, è coinvolto nel sostegno alle vittime dello tsunami che ha colpito l'Asia. Per il suo interesse verso questi  temi, oltre a quelli ambientalisti, si era parlato anche di una candidatura di Clooney alle elezioni americane. Ma la sua risposta era stata lapidaria: "Il mio passato disinvolto mi impedisce di scendere in campo". Mossa che aveva alimentato di nuovo i gossip sui suoi gusti sessuali. Per ora dunque, il compleanno del cinquantenne George lascia delusi gli affamati del pettegolezzo: niente matrimonio, niente figli, niente politica e persino niente amori gay. Solo la festa organizzata dalla Canalis.