Guarda anche:
Le foto: cheerleaders da Super Bowl

Fusione Fiat-Chrysler: Marchionne incontrerà il governo

E' la Chrysler la vera trionfatrice del Super Bowl, la finalissima del football americano che ha inchiodato per ore davanti alla tv oltre 100 milioni di spettatori. Secondo gli oltre 250.000 votanti su twitter monitorati da BrandBowl2011, è stato lo spot da 1.803.512 dollari della casa automobilistica controllata dalla Fiat a raccogliere il maggior numero di consensi. Dalla scorsa notte, il videoclip dalla durata record di due minuti con il rapper Eminem dedicato alla città di Detroit per il lancio mondiale della berlina 200, è stato visto da centinaia di milioni di spettatori.

Perché il Super Bowl è molto più di un evento sportivo, è un rito nazionale e il momento clou è rappresentato proprio dalle le "pause pubblicitarie" che si gustano in religioso silenzio e poi si commentano. Secondo quanto trapelato da News Corp, la società che ha i diritti tv per il Super Bowl, un passaggio televisivo durante l'intervallo della finalissima seguita da almeno 100 milioni di spettatori, costa circa 2 o 3 milioni di dollari per trenta secondi. La durata media di ogni pubblicità ammonta a 1 minuto, mentre lo spot Chrysler sfora addirittura i 120 secondi.  Secondo Tim Calkins, professore di marketing presso la Kellogg School of Management di Evanston (Illinois), "uno spot lungo due minuti rappresenta un'eccezione nel mondo della pubblicità, ed è una novità assoluta durante il Superbowl".

Guarda il video della pubblicità di Eminem al Super Bowl: