Le bacche di Goji sono ormai riconosciute come un alimento salutare e il loro utilizzo ha conosciuto una notevole diffusione negli ultimi anni. A conferma del loro successo, questi piccoli frutti rossi, molto simili all'uvetta, sono stati utilizzati anche per farcire un panettone: il PanGoji, nato da un'idea della gastronoma Anna Aloi e dei pasticceri Luca Mazzotta, Angelo Torchia e Stella Fiorino. Come se non bastasse, a partire dal 2017, sono state inserite anche nel vocabolario Zingarelli. Ma quali sono i principali benefici di queste bacche? E quali le controindicazioni?

 

Le proprietà

Le bacche di Goji sono i frutti derivati da due specie di piante: il Lycium barbarum L. e il Lychium chinense. Inizialmente si credeva che le due varietà fossero in realtà lo stesso vegetale. In seguito, però, alcuni ricercatori cinesi hanno cominciato a osservare le prime differenze e le hanno divise in due specie distinte e la varietà di bacca derivata dal barbarum sembra essere quella di maggiore qualità. Apprezzati per le loro proprietà terapeutiche e nutritive, questi frutti sono ricchi di vitamine (A,C ed E), antiossidanti (beta-carotene, luteina, licopene, zeaxantina) sali minerali e amminoacidi. Inoltre, sono un energizzante naturale e rafforzano il sistema immunitario. Hanno un basso indice glicemico e contribuiscono ad abbassare il livello degli zuccheri nel sangue, quindi si prestano alle diete ipoglicemiche: non a caso sono note anche come "frutto di lunga vita".

 

Le controindicazioni

Può un frutto con tutte queste proprietà positive avere controindicazioni? Come al solito dipende dalla quantità assunta. Per chi è colpito da diarrea, un consumo eccessivo potrebbe, infatti, portare all'accentuazione del fenomeno. Le bacche di Goji, infatti, vengono usate anche come lassativo.

 

Dosi giornaliere e calorie

La dose giornaliera ottimale di bacche di Goji è di 20-30 grammi, all'incirca una manciata. Ciò che conta, in realtà, è la frequenza dell'assunzione: solo consumando quotidianamente il frutto, i suoi effetti positivi possono avere un effetto concreto sull'organismo. Per quanto riguarda le calorie, invece, le tabelle nutrizionali indicano che 100 grammi di bacche corrispondono a 362 Kcal circa.  

 

Dove comprarle

È possibile acquistare le bacche di Goji in negozi specializzati in alimentazione biologica, nei supermercati, in farmacia o erboristeria. Sono disponibili essiccate, in capsule o sotto forma di succo di frutta.

 

Il distretto delle bacche di Goji in Toscana

Bio Fattorie Toscane è una startup che sta mettendo a punto un impianto in Toscana per creare il distretto italiano delle bacche di Goji. Il mercato è attualmente dominato dal 90% della produzione cinese, ma la startup della Val di Chiana (Arezzo) creata da Fabio Primavera e Franco Fabbriciani mira a garantire un frutto davvero sano, salvando le piante dall'uso massivo di pesticidi richiesto per garantire il volume della produzione cinese. Come raccontano i produttori a The Food Makers, le prime 2.000 piante hanno sfidato il freddo del 2016: ne sono sopravvissute 600, da cui sono state moltiplicate grazie al meccanismo di talea, ovvero l'utilizzo di un parte della pianta, spesso un ramo, capace di emettere radici e riprodursi.