Non si respira un clima sereno al Senato all'indomani del primo banco di prova, superato, sul ddl unioni civili. "Siamo tutti compatti a favore del ddl Cirinnà" ma "sia ben chiaro che impoverito non lo votiamo", fa sapere il senatore M5S Alberto Airola al Pd.

I dubbi sull'affidabilità dei grillini - Ma la tensione in Transatlantico fra i democratici e i 5 Stelle è alimentata anche dalle voci di presunti contatti fra esponenti grillini e del Vaticano: ipotesi che insinua più di un dubbio tra i parlamentari del Partito democratico. Tra i dem a Palazzo Madama, infatti, c’è anche qualcuno convinto che i pentastellati, nel segreto dell'urna, possano tentare lo sgambetto e “impallinare” il disegno di legge sulle unioni civili.

Alfano: Pd-M5S? Fatto traumatico - Intanto arriva un nuovo appello del leader di Ncd Angelino Alfano ai Dem per una mediazione in tema di adozioni: “Speriamo che rifletta bene prima di dire no alla nostra proposta, valutando rischi e opportunità”. Se Pd e M5S voteranno insieme il provvedimento, ammonisce poi, “sarà un fatto grave, negativo e traumatico”. E conclude: “Dopo il referendum costituzionale ci riuniremo e decideremo il da farsi, valuteremo se proseguire o no” con l'esperienza di Governo.

Il parere dei pediatri sulla stepchild adoption - Intanto il presidente della Società Italiana di Pediatria, Giovanni Corsello, a proposito della stepchild adoption rivela che "non si può escludere che convivere con due genitori dello stesso sesso non abbia ricadute negative sui processi di sviluppo psichico e relazionale nell'età evolutiva". Secondo Corsello il dibattito sul ddl "si è mantenuto su una sfera prevalentemente politica ed ideologica", mentre "riteniamo che la discussione dovrebbe comprendere anche i profili clinici e psicologici del bambino".

Il dott. Corsello a Sky TG24:

   Video Correlati Tutti i video