"Nei prossimi giorni il Movimento 5 Stelle depositerà una mozione di sfiducia contro il ministro Maria Elena Boschi per il conflitto di interessi sulle vicende di compravendita delle azioni di  Banca Etruria. La stiamo scrivendo, la presenteremo nei prossimi  giorni". Lo annuncia Alessandro Di Battista a "L'Intervista di Maria Latella" su Sky TG24 (L'INTERVISTA INTEGRALE).

 

"Conflitto d'interessi" - Il deputato punta il dito sul decreto legge che ha trasformato le Popolari in Spa. "Il 'Giglio magico' - chiede Di Battista - era informato o no del dl che ha permesso l'aumento di valore delle azioni di Etruria? Si gioca sulle leggi per favorire chi è vicino al governo. Si chiama conflitto di interessi". "Abbiamo una banca - sostiene - in cui la famiglia Boschi ha interessi e lo stesso ministro era azionista. Se ha però o meno guadagnato lo scopriremo quando pubblicheranno il loro patrimonio. Potrebbero aver acquistato azioni prima di trasformare la popolare in Spa per poi rivenderla. Dobbiamo capire se qualcuno ha speculato".   

 

"Ok a una commissione di inchiesta ma non serve" - L'esponente M5S attacca poi Consob e Bankitalia. "Che fine hanno fatto? In un Paese normale i vertici di Consob e Bankitalia, nominati dal Governo Berlusconi, dovrebbero dimettersi", conclude. E annuncia: "Parteciperemo a qualsiasi commissione di inchiesta sulle banche, anche se spesso il modo migliore per insabbiare la verità è fare la commissione di inchiesta". Dal deputato M5S, infine, una conferma sulle prossime elezioni per il sindaco di Roma: "Non sarò candidato".