"La Leopolda è la prima manifestazione del Post Pd". Questo il duro attacco di Rosi Bindi all'evento fiorentino voluto da Matteo Renzi. Un affondo, nel corso della diretta di Sky TG24, che accende una polemica con la vicesegretaria del suo partito, Debora Serracchiani, nel giorno in cui la Cgil è scesa in piazza per protestare contro le politiche economiche del governo.


Bindi: "Questo è il Pd che va oltre se stesso" - "Quando i vertici del partito organizzeranno una tre giorni del Pd per discutere dei problemi che attanagliano l'Italia - ha detto l'ex presidente dell'assembla nazionale Dem - ci sarà la possibilità di confrontarsi. Se invece, per parlare di queste cose, occorre andare a una contro-manifestazione del Pd, allora, le cose sono un po' complicate e difficili". "In questi mesi - ha aggiunto Bindi - non ho visto nessuna manifestazione organizzata dal Pd, eccezion fatta per le feste dell'Unità. Improvvisamente - in un luogo artificiale - la dirigenza del partito allestisce una tre giorni di discussione del Pd che va oltre se stesso. Questa, quindi, è la prima manifestazione del post Pd. Bene, anzi benissimo e non si dica che non si capisce. Si capisce fin troppo, perché è una sede dove parla il finanziere Serra e non una sede dove ci si può confrontare sui problemi del lavoro".

Serrachiani: "Grande ignoranza su quello che accade qui"
- "Credo che sulla Leopolda ci sia un malinteso di fondo - ha replicato Serrracchiani - e anche ignoranza rispetto a quello che sta succedendo qui oggi, dove c'è tantissimo Pd e dove ci sono gli imprenditori che non possiamo non incontrare se vogliamo amministrare il Paese. Non dire che non abbiamo fatto manifestazioni, considerato che abbiamo fatto una quantità immensa di Feste dell'Unità. Se tu non hai preso parte, mi dispiace, ma se ci fossi venuta avresti visto un partito che tira fuori le proprie bandiere con orgoglio. Prendi atto che il Pd è diventato qualcosa di diverso da quello a cui tu sei abituata. Scusatemi - ha tagliato corto la vice segretaria del Pd - ma ora devo tornare a lavorare".

Renzi: "Abbiamo bisogno di un partito che smetta di polemizzare" - Sulle polemiche interne al partito, nel giorno in cui va in scena lo scontro Bindi-Serracchiani mentre alcuni esponenti del Pd scendono in piazza con la Cgil, il premier Matteo Renzi osserva: "Il Pd ha preso il 40 % e lo ha fatto perché le persone che andavano in tv a far polemica sono state messe ai lati. Abbiamo bisogno di un Pd che sappia discutere di idee diverse. Io voglio un Pd che vinca, quello che succedera' alle prossime elezioni".