Fa discutere la condanna ad un anno di Silvio Berlusconi per concorso in rivelazione di segreto ufficio nella vicenda dei nastri Unipol. L'ex premier parla di "persecuzione"; il Pdl accusa: è la prima volta che si ha una condanna per questo reato. Oggi, venerdì 8 marzo, prosegue il processo Ruby, per il quale l'ex premier ha presentato un certificato medico. Intanto la sentenza Unipol occupa le prime pagine di tutti i quotidiani (guarda la rassegna stampa nel  video in alto).

Repubblica, Berlusconi: "Vogliono farmi fuori con una raffica di verdetti" - La notizia è l'apertura di Repubblica. "Vogliono farmi fuori con una raffica di verdetti", titola il quotidiano in un retroscena che prova a ricostruire la reazione del leader Pdl alla sentenza di Milano. "Passerò alla storia giudiziaria dell'Italia come l'unico che è stato condannato per una telefonata pubblicata sui giornali...", avrebbe detto il Cavaliere a tutti quelli che venerdì 8 lo hanno incontrato.

L'Unità: "Il nastro della vergogna" -
"Il nastro della vergogna" è il titolo di apertura dell'Unità. Il giornale ricostruisce anche la storia dell'intercettazione rivendicando il merito di aver contribuito ad avviare le indagini: "Dopo la pubblicazione su l'Unità di quell'incontro a Arcore il 24 dicembre - si legge - partì l'inchiesta. Favata si presentò in redazione nel 2009.

Il Giornale: "Follie giudiziarie" -
All'attacco i giornali vicini al centrodestra. "I pm fanno pagare a noi la banca della sinistra" è il titolo de Il Giornale, il quotidiano su cui la telefonata oggetto dell'inchiesta è stata pubblicata e il cui editore, Paolo Berlusconi, è stato condannato a 2 anni e 3 mesi. Libero parla invece di "carognata". "Per la prima volta in Italia - scrive il giornale diretto da Maurizio Belpietro, all'epoca dei fatti alla guida de Il Giornale - abbiamo un condannato per violazione del segreto istruttorio: Berlusconi. E' stato giudicato colpevole di aver ascoltato la celebre intercettazione di Fassino: 'Abbiamo una banca'. E l'inchiesta sui legami tra finanza e compagni di cui faceva parte quel nastro? Archiviata o prescritta".