Chi non ha votato al primo turno delle primarie del centrosinistra potrà registrarsi per il ballottaggio di domenica 2 dicembre anche via fax o mail. Lo afferma la circolare inviata dal quartier generale di via Tomacelli ai coordinamenti regionali e provinciali. Le richieste potranno essere presentate giovedì 29 e venerdì 30 novembre e potranno chiedere di registrarsi "elettori che per motivi indipendenti dalla propria volontà non si sono potuti registrare entro il 25 novembre".

"Ai fini di rendere più agevole lo svolgimento dei compiti che vi sono stati affidati – si legge nella circolare - vi consigliamo di organizzare il vostro lavoro raccogliendo fino alle ore 20 di venerdì 30 novembre le richieste in  proposito pervenute, anche per fax o per mail, e quindi immediatamente dopo riunirvi per assumere le relative decisioni". Entro sabato 1 dicembre, quindi, “l'elettore deve essere informato se la sua richiesta è stata accettata o meno, insieme al  seggio in cui eventualmente votare". Non ci si dovrà dunque recare 'fisicamente' agli uffici elettorali provinciali per chiedere di poter votare al  ballottaggio se si è stato 'impossibilitati' a votare al primo turno.
"Si tratta di una novità molto  positiva, basta un'email” il commento di Matteo Renzi nella sua newsletter. Così, dice Renzi, potrà votare anche chi non ha votato al primo turno o recandosi personalmente nelle sedi dei Coordinamenti Provinciali oppure con un'email, "specificando che non si è potuto votare per 'motivi indipendenti dalla sua volontà".
Resta il nodo sulla “giustificazione” circa i motivi che hanno portato a non votare al primo turno. Secondo il coordinatore nazionale delle primarie Nico Stumpo la motivazione dovrà essere documentata, mentre per Renzi non si può chiedere ai cittadini "la giustificazione".