Il dibattito sui matrimoni gay continua ad agitare la politica. "Il matrimonio tra gay è un'idea profondamente incivile, una violenza della natura sulla natura" ha detto Pier Ferdinando Casini alla direzione nazionale dell'Udc. L'ex presidente della Camera si è detto poi d'accordo nello "stabilire garanzie giuridiche per le coppie di conviventi, cosa che è molto diversa dal matrimonio".

Le parole di Casini hanno scatenato un’ondata di polemiche. "Noi le unioni gay le facciamo. Gli altri si regolino" ha replicato il segretario del Pd Pier Luigi Bersani, a Camposanto per la Festa del Pd in uno dei Paesi più colpiti dal terremoto. Duro il commento della deputata del Pd Anna Paola COncia: "Consiglio a Casini, che vuole rappresentare i moderati, un po' di misura e moderazione quando si parla di diritti civili, perché in tutta Europa i moderati non usano le parole che lui ha utilizzato oggi, che ricordano più le scempiaggini dette da un estremista ultra conservatore, piuttosto che le parole di un leader centrista che vuole governare il paese".

"Purtroppo - aggiunge Concia - quando si parla di questi temi alcuni esponenti dell'Udc perdono la testa, offendendo gratuitamente milioni di cittadini italiani per bene, che lavorano, pagano le tasse, contribuiscono alla vita pubblica del paese. Sentendo quello che ha detto oggi Casini, mi viene da esclamare: "Alla faccia del moderato!".

Anche Franco Grillini, responsabile diritti civili e associazionismo dell'Italia dei Valori, si domanda sarcastico se siano "questi i moderati?", dopo le parole di Casini. "Casini, il principe nero e reazionario della politica italiana con cui vuole allearsi il Pd - dice Grillini - spara a zero sui matrimoni gay. Non sapendo nemmeno di cosa parla Casini, che si è sposato almeno due volte, si lancia nell'invettiva bollando le nozze gay come 'incivili e contro natura', offendendo di fatto tutti i Paesi che hanno introdotto questa legislazione, una ventina di capi di Stato e primi ministri favorevoli a questo tema, tra cui Obama, Hollande e Cameron".