Silvio Berlusconi di nuovo in campo come candidato premier. Il Cavaliere glissa con i cronisti ("non fatemi parlare...") ma poi partecipando ad una festa di compleanno spiega ai presenti che la decisione è quasi obbligata: "Vari imprenditori mi hanno detto che tutto il mondo imprenditoriale vuole il mio ritorno"; e ancora: "Non sono io a propormi, è la gente che me lo chiede". Berlusconi ha anche annunciato ai presenti che entro l'estate cambierà il nome al partito e che questa decisione dovrebbe essere ufficializzata in un consiglio nazionale.

L'idea che il Cavaliere sia ancora una volta il candidato premier del Popolo della libertà in vista delle elezioni del 2013 ha mandato in fibrillazione un partito già in difficoltà. Diverse le reazioni sui quotidiani di giovedì 12 (guarda la rassegna stampa nel video in alto).

Lo scetticismo di Stracquadanio - "Immagino che nel Pdl, al di là delle lodi di circostanza, in molti non abbiano stappato lo spumante leggendo del ritorno del Cavaliere", confessa in un'intervista a Repubblica Giorgio Stracquadanio, uno dei "falchi" del partito che chiarisce: "Nessuno pensa più che Berlusconi, in quanto tale, prenda voti".

Alfano: "Non gli serve un ticket, nel caso meglio una donna" -
A stappare "una o due bottiglie di quello buono" è stato invece, secondo La Stampa, Angelino Alfano. Per il segretario del Pdl, fa notare il quotidiano, la ricandidatura di Berlusconi rappresenta "la fine di una tortura". Una ricostruzione diversa rispetto a quella di Repubblica secondo cui Alfano avrebbe appreso della notizia dai giornali e avrebbe anche minacciato le dimissioni. Dopo le parole di mercoledì 11 a SkyTG24 Alfano parla anche in un'intervista al Corriere della Sera dove chiarisce anche l'ipotesi di un ticket per il 2013: "Berlusconi non ne ha bisogno, ha sempre vinto senza accompagnatori. Per quanto mi riguarda se volesse farsi affiancare da qualcuno, gli consiglierei una protagonista femminile del nostro partito. Ne ho in mente più di una da suggerirgli".

Il Foglio: "Il pupo ha molta energia" - La possibile ricandidatura di Berlusconi è la notizia di apertura dei giornali vicini al centrodestra. "Il pupo ha molta energia", titola Il Foglio di Giuliano Ferrara. "Cucù. Rieccolo", è la scelta di Libero per la prima pagina: "Non ci sono eredi, i sondaggi sono con lui", si legge sul quotidiano diretto da Maurizio Belpietro". Su Il Giornale della famiglia Berlusconi spazio ai sondaggi che avrebbero convinto l'ex premier a scendere nuovamente in campo. "Il ticket Berlusconi-Alfano con un progetto politico che richiami le origini di Forza Italia e una squadra di giovani dirigenti" varrebbe il 28% dei consensi.