“Su Schifani ho espresso una valutazione politica. La decisione è legittima, diciamo, per usare una metafora calcistica, che può capitare anche all’arbitro più imparziale di fischiare un rigore inesistente per far vincere la squadra del cuore”.
Ancora scintille tra Fini e Schifani. Nel giorno in cui si è sbloccata la nomina dei consiglieri Rai, il presidente della Camera, parlando con Sky TG24, è tornato sul comportamento di Renato Schifani, presidente del Senato, a proposito della composizione della Commissione di Vigilanza Rai. “Al di là delle polemiche, c’è un nuovo consiglio di amministrazione della Rai e faccio i miei auguri perché l’azienda ne ha bisogno e soprattutto l’augurio che il nuovo Presidente Tarantola e il nuovo direttore generale Gubitosi, indicati dal premier Monti, possano entrare nel pieno delle loro funzioni”.

Ma la risposta di Schifani non si è fatta attendere: "Quando ero giovane preferivo giocare a pallone piuttosto che fare l'arbitro...", ha detto durante l'intervento del vicepresidente dei senatori del Pdl, Gaetano Quagliariello, a Palazzo Madama.