Nella complessa partita del rinnovo del vertice Rai, venerdì 8 giugno, il premier Mario Monti ha annunciato le nomine: Anna Maria Tarantola, attuale vice dg di Bankitalia, per la presidenza, Luigi Gubitosi, ex ad di Wind, per la direzione generale, Marco Pinto, vicecapo di gabinetto del Tesoro, come consigliere rappresentante dello stesso azionista (qui il comunicato di palazzo Chigi). Indicazioni a sorpresa, rispetto a quelle circolate nelle ultime settimane. Rispettate invece le indiscrezioni della vigilia per l'Agcom: come presidente il premier indica Angelo Marcello Cardani, bocconiano di lungo corso e già suo vice capo di gabinetto a Bruxelles. Alla neonata Autorità dei Trasporti arrivano invece Mario Sebastiani come presidente, Pasquale De Lise e Barbara Marinali.
L'annuncio diMonti giunge dopo diversi rinvii e soprattutto dopo le polemiche convulse sulle nomine dei componenti dell'Authority, lo scontro sul decreto sviluppo, i maldipancia nella maggioranza. Obiettivo, spiega lo stesso Monti, "rendere più efficace ed efficiente la gestione della Rai".

Criterio delle nomine basato su solidità gestionale - Nella scelta dei nomi di Anna Maria Tarantola e Luigi Gubitosi da parte del governo, il criterio prevalente di scelta è stato quello della "solidità di gestione" ha precisato il presidente del Consiglio. "Non so le persone che abbiamo nominato abbiano la Tv in casa - ha aggiunto rispondendo ad una domanda - però i criteri adottati sono stati altri".

Modifiche alla governance di Rai  - Il governo, ha aggiunto il presidente del Consiglio, "ha ritenuto opportuno di  manifestare l'intenzione di procedere ad alcune limitate ma essenziali modifiche della governance della Rai che non richiedono modifiche della legge: modifiche di governance che consentano al presidente della Rai di approvare, su proposta del direttore generale, gli atti e i contratti aziendali che, anche per l'effetto di una durata pluriennale, importino una spesa superiore a due milioni e mezzo di  euro e fino a dieci milioni di euro e di nominare i dirigenti di primo e secondo livello non editoriali e di determinarne la collocazione  aziendali".

Chi è Anna Maria Tarantola  - Il nuovo presidente della Rai Anna Maria Tarantola è nata a Casalpusterlengo (Lodi) il 3 febbraio 1945, sposata, due figlie. Laurea in Economia e Commercio all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, è vice direttore generale della Banca d'Italia dal 20 gennaio 2009. Nel corso della sua carriera ha coperto diversi incarichi in Italia e all'estero, rappresentando la Banca in diversi comitati come il Banking Supervision Committee, il Comitato di Sicurezza Finanziaria, il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi.

Luigi Gubitosi, 20 anni in Fiat poi Wind  - Luigi Gubitosi, direttore generale della Rai, viene da Bank of America-Merryll Linch, ma ha trascorso una vita nel gruppo Fiat e qualche anno anche nel complicato mondo delle tlc come amministratore delegato di Wind. Luigi Gubitosi, poco più che cinquantenne, approda a viale Mazzini dopo una carriera tutta trascorsa in aziende private, dove si è occupato soprattutto di finanza. Uomo schivo, non amante dei riflettori, di poche parole ma di grande cultura, Gubitosi nasce il 22 maggio 1961 a Napoli, dove si laurea in Giurisprudenza, per poi compiere studi all'Insead di Fontainbleau e alla London School of Economics.