Guarda anche:
L'Espresso: "Da Lusi più di 800mila euro a Rutelli"
Lusi: "Se parlo salta tutto". E la Margherita querela
Lusi, sequestrata una villa, 5 case e 2 milioni di euro

(In fondo tutti i video sul caso Lusi)


"Lo ribadisco: io sono una vittima, sono una persona perbene e ho dedicato la mia vita al servizio pubblico. Non posso essere messo in uno stato di intimidazione da un ladro, ma c'è di fatto una strategia di intimidazione".
Queste le parole del leader dell'Api, Francesco Rutelli, in una lunga conferenza stampa al Senato sugli sviluppi legati al caso Lusi.
Rutelli, che si è detto "fortemente amareggiato", ha spiegato di essersi recato in Procura a Roma per presentare un "esposto-denuncia per denunciare - ha ribadito - questo disegno criminale, un tentativo di intimidazione usando ad esempio il depistaggio. Ma i magistrati sanno che noi dobbiamo essere difesi perché siamo vittime". Rutelli ha insistito: "Lusi ha carpito la nostra fiducia in modo diabolico" e "la Margherita è stato un partito onorato
composto da persone perbene che ha scoperto di avere un 'cancro'".

L'esposto in Procura - Venerdì 16 marzo, il leader dell'Api Francesco Rutelli si è recato in Procura a Roma per presentare un esposto contro l'ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi, che accusa di aver "inquinato" le indagini chiamandolo in causa. Arrivando in procura, Rutelli ha annunciato ai giornalisti la presentazione di "un esposto durissimo" contro Lusi - accusato dai magistrati romani di appropriazione indebita - per la sua attività di "inquinamento". Secondo un'inchiesta del settimanale L'Espresso, Lusi avrebbe stornato 866mila euro della Margherita a favore della fondazione di Rutelli tra il 2008 e il 2011. Nelle scorse ore l'ex leader della Margherita ha smentito la ricostruzione, a suo dire ispirata dallo stesso Lusi.

Rutelli: "Ha abusato della mia fiducia" - "Ho presentato un esposto-denuncia di quattro pagine contro Luigi Lusi, dal contenuto molto forte, perché evidenzio una serie di fattispecie, credo molto interessanti, affinché la procura approfondisca il profilo criminale dell'indagato" ha spiegato Rutelli.
Senza entrate nel dettaglio della denuncia, è lo stesso leader dell'Api a lanciare il primo, inquietante, quesito investigativo: "Se Lusi è a conoscenza dei bonifici, chi è stato in grado di accedere ai conti correnti bancari per visionare le uscite? Insomma, chi è 'entrato' nei conti correnti?". Rutelli ha poi aggiunto: "Quello che dà più fastidio di questa vicenda è che si prendano dei punti, qualcuno vero e qualcuno forzato, e che si compiano dei reati".
L'ex presidente della Margherita, che ha annunciato azioni legali contro il settimanale "per l'azione diffamatoria intrapresa", è certo che "la procura stia lavorando bene su questo caso".

Lusi avrebbe sottratto alla Margherita 13milioni di euro - L'ex tesoriere è accusato di avere sottratto diversi milioni di euro dalle casse della Margherita. Finora il senatore -
espulso dal Pd, nato dalla fusione di Margherita e Ds nel 2007 - ha ammesso di avere sottratto complessivamente circa 13 milioni, ma si è detto disposto a restituirne 5. Lusi ha chiesto di patteggiare una pena non superiore a un anno di carcere, con la sospensione della pena. Nei giorni scorsi gli ex dirigenti della Margherita hanno deciso di denunciare per diffamazione Lusi dopo che in un'intervista televisiva ha detto di essersi limitato ad
eseguire ciò che gli veniva detto di fare e ha attaccato gli ex vertici sulla gestione dei fondi del partito, dicendo che se lui dovesse parlare "succede un casino" in grado di far saltare il centrosinistra.