Berlusconi e le dimissioni: Videostoria del Cav - Album fotografico del 12 novembre 2011

Gli approfondimenti: Berlusconi, dalla discesa in campo alla panchina - E' il Cavaliere il premier più longevo: LA SCHEDA - Il presidente del Consiglio tra appalusi e fischi - Cosa prevede la legge di stabilità - Standing ovation del Pdl per Berlusconi - La reazione della base sul web - La fotografia economica - Napolitano e la crisi -

Le reazioni e i commenti:
Formigoni (Pdl) - Bersani (Pd) - Scilipoti - Franceschini (Pd) - Buttiglione (Udc) - Cicchitto (Pdl) Maroni (Lega) - Bocchino (Fli) - Napoli (Pdl) - D'Alema (Pd) - La Russa (Pdl) - Le parti sociali - Lagarde (Fmi) - De Bortoli (Corriere) - Ferrara (Il Foglio) - I corrispondenti internazionali

Gli album fotografici: Da Berlusconi a Monti: le tappe della crisi - L'ultimo giorno del premier al governo

La satira : Gli Sgommati - Sora Cesira - Crozza

(in fondo all'articolo tutti i video sulla crisi della maggioranza)


(in fondo all'articolo tutti i video sulla crisi della maggioranza)

Alle 21.42 il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha rassegnato le dimissioni nelle mani del presidente della Repubblica. ( QUI LE REAZIONI DELLA PIAZZA ). Si chiude così una lunga e intensa giornata fatta di incontri, vertici e consultazioni. La punta dell'iceberg di settimane convulse all'interno dei palazzi della politica tra quanti insistevano per le elezioni anticipate e quanti appoggiavano la necessità di un governo di larghe intese o di un esecutivo tecnico.
Sabato 12 novembre 2011 segna l'uscita di scena di Silvio Berlusconi. Ultimo atto del suo governo, l'approvazione del la legge di stabilità .

Sarà con molta probabilità Mario Monti a entrare a Palazzo Chigi e a prendere il suo posto. Il Pdl, infatti, nella tarda serata di sabato ha dato l'ok a un governo tecnico guidato dal neo senatore a vita.
L'Ufficio Stampa del Quirinale, intanto, ha comunicato il calendario delle consultazioni del Presidente della Repubblica a seguito delle dimissioni del Governo Berlusconi .

Ecco la cronaca delle dimissioni:

21.42 Berlusconi si è dimesso - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha rassegnato le dimissioni nelle mani del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Ne ha dato comunicazione il segretario generale della Presidenza della Repubblica Donato Marra ( GUARDA IL VIDEO ). Il governo resta in carica per il disbrigo degli affari urgenti.

21.25 Obama plaude ai cambiamenti in Italia e in Grecia  -
"I cambiamenti nei governi greco e italiano sono positivi. I nuovi governi in Italia e in Grecia attueranno le riforme necessarie" ha detto il presidente americano Barack Obama.

21.24 Monetine contro Berlusconi - "Abbiamo accolto l'arrivo di Silvio Berlusconi con un lancio di monetine. E' stato un gesto spontaneo dei cittadini. Oggi è la liberazione dell'Italia". Lo afferma il leader dei Viola, Gianfranco Mascia, in piazza del Quirinale.

21.23 Il Pdl dice sì al governo Monti - L'ufficio di Presidenza ha approvato la proposta del presidente, Silvio Berlusconi, e del segretario politico, Angelino Alfano, di dichiarare al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, la disponibilità al conferimento dell'incarico al senatore Mario Monti per la formazione  di in governo tecnico". Si legge in una nota del Pdl al termine  dell'ufficio di presidenza.

21.23 Berlusconi riconvoca un ufficio di presidenza -  Il premier Silvio Berlusconi ha riconvocato un ufficio di presidenza del Pdl per dopo le consultazioni sostenendo di voler decidere, dopo aver relazionato ai vertici del partito, sulla possibilità di un sì al governo Monti vincolato ad un programma ricalcato sulla lettera alla Bce.

20.57 Silvio Berlusconi è arrivato al Quirinale

20.50 Berlusconi lascia Palazzo Grazioli per il Colle - Silvio Berlusconi ha lasciato la sua residenza privata per dirigersi al Quirinale dove rassegnerà le dimissioni.

20.31 Dal Pdl via libera a Monti ma vincolato al programma -
Sì a Monti ma su un programma ricalcato sulla lettera inviata alla Bce. E' questo - a quanto si apprende da partecipanti all'ufficio di presidenza Pdl a Palazzo Grazioli con Silvio Berlusconi - l'esito della riunione che vede unito il partito. Il premier sta per lasciare Palazzo Grazioli per rassegnare le dimissioni al Quirinale.

20.10 Napolitano promulga la legge di stabilità - Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha promulgato la legge di stabilità 2012 e il Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2012 e il Bilancio pluriennale per il triennio 2012-2014.

20.04 Inizia l'ufficio di presidenza del Pdl -
E' iniziato l'ufficio di presidenza del Pdl nella residenza del premier Silvio Berlusconi. Presenti tra gli altri: i ministri Mara Carfagna, Maurizio Sacconi; i presidenti di Regione Renata Polverini, Stefano Caldoro, Roberto Formigoni; i capigruppo del Pdl alla Camera e al Senato Fabrizio Cicchitto e Maurizio Gasparri; i coordinatori nazionali Denis Verdini e Sandro Bondi; il vicepresidente della Camera Maurizio Lupi.

19.44 L'annuncio ufficiale di dimissioni del premier al Cdm -
Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, in un comunicato , ha preannunciato al Consiglio dei Ministri che si recherà al Palazzo del Quirinale per rassegnare le dimissioni dall'incarico.

19.38 Dito medio da Sacconi rivolto a un contestatore - Dito medio del ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, all'indirizzo di un contestatore che al suo ingresso a palazzo Grazioli, dalla porta posteriore, gli aveva detto: "Vai a casa". Contestazioni e botta e risposta anche per Mara Carfagna: "Vattene a casa" le ha detto una contestatrice. Al che il ministro le ha risposto: "Ci sto andando, da domani starete tutti meglio...". Pronta la replica dell'altra donna: "Si, però adesso restaci".

19.28 Berlusconi esce da Palazzo Grazioli per salutare -
Silvio Berlusconi è uscito per pochi minuti da Palazzo Grazioli, salutando la folla che ormai da ore si trova di fronte all'edificio. Diverse le contestazioni, seguite da qualche applauso e incitamento.

19.25 Di Pietro: "Giorno di liberazione nazionale" -
"Oggi è il giorno della liberazione nazionale da un governo piduista che ha umiliato le istituzioni, indebolito la democrazia e reso il nostro Paese poco credibile". Così Antonio Di Pietro ha commentato le imminenti dimissioni del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

19.10 Berlusconi atteso alle 20,30 al Quirinale
- Silvio Berlusconi, ora a Palazzo Grazioli, dovrebbe arrivare alle 20,30 al Quirinale per rassegnare le dimissioni.

19.07 Nitto Palma contestato: "Buffone" -
Il ministro della Giustizia Nitto Palma ha raggiunto Palazzo Grazioli ed è stato pesantemente contestato dalla folla che urlava 'buffone, buffone' al passaggio della sua automobile.

18.52 Terminata la riunione del Cdm -
E' terminata alle 18,45 la riunione del Consiglio dei ministri a palazzo Chigi.

18.45 I giovani Pdl di fronte a Palazzo Grazioli - Un'ottantina di giovani del Pdl sta attendendo l'arrivo di Silvio Berlusconi a Palazzo Grazioli. I ragazzi che militano nel movimento giovanile del Popolo delle Libertà hanno pronti degli striscioni in attesa dell'arrivo del premier.

18.17 Bossi: rompere con Berlusconi: vedremo? -
Conversando con i cronisti il Senatur lascia intendere che la Lega sosterrà solo un governo di centrodestra.

18.12 Bossi: faremo opposizione a governo Monti -
Il leader della Lega, conversando con i giornalisti, conferma: la Lega sarà all'opposizione di un esecutivo tecnico.

18.10 Inizia l'ultimo Consiglio dei ministri -
Dopo il via libera definitivo alla Camera del ddl stabilità, Silvio Berlusconi si è recato a palazzo Chigi per riunire il Cdm. Una volta presieduta la riunione di governo per congedare i suoi ministri il Cavaliere dovrebbe andare a palazzo Grazioli per riferire sullo stato dell'arte all'ufficio di presidenza del Pdl. Poi subito dopo salirà al Colle per dimettersi da presidente del Consiglio.

18.02 Pd e Idv si riuniscono -
I leader di Pd e Idv, Pier Luigi Bersani e Antonio Di Pietro, si sono riuniti, subito dopo il voto alla legge di stabilità, in una saletta della Camera dei Deputati. Con loro si stanno incontrando anche il capogruppo Pd, Dario Franceschini e quelli Idv di Camera e Senato, Massimo Donadi e Felice Belisario.

17.58 Aumenta la folla di fronte a Montecitorio - E' aumentato il numero dei cittadini e dei curiosi che si assiepano davanti alle transenne poste ai margini di Piazza Colonna, completamente chiusa al passaggio pedonale ( guarda le foto ). La folla innalza cartelli contro il governo Berlusconi e, ripetutamente, si levano cori che gridano alla volta di Palazzo Chigi: "Dimissioni, dimissioni". Ma anche: "Vergogna, vergogna". Intanto i ministri lasciano alla spicciolata la Camera, dove è appena stato approvato il Ddl Stabilità, e si recano a Palazzo Chigi per il Consiglio dei ministri.

17.54 Monti lascia l'albergo - Il senatore a vita Mario Monti ha lasciato l'Hotel Forum, sua residenza nella Capitale, diretto al suo studio di Palazzo Giustiniani.

17.50 I deputati Pdl danno del traditore ad Antonione -
E' una giornata in cui la tensione si taglia con il coltello, alla Camera e lo dimostrano i cori in Aula che segnano approvazione o disapprovazione tra maggioranza e opposizione attuali. A Roberto Antonione tocca un "traditore" quando prende la parola ( guarda il video ) per replicare "per fatto personale" al medesimo epiteto che gli e' arrivato addosso da Silvio Berlusconi, alla sua uscita dal gruppo Pdl.

17.43 Approvata la legge di stabilità -
Sì definitivo dell'Aula della Camera al bilancio dello Stato il testo è passato con 379 si, 26 no 2 astenuti. Il Terzo polo, pur dicendosi contrario al provvedimento, ha votato in favore.

17.25 Berlusconi entra in Aula
- Il premier Silvio Berlusconi è entrato in Aula, al termine dell'incontro coi leghisti e con i dirigenti del centrodestra, accolto da un boato, da una standing ovation e da cori di incitamento del Pdl ( video ).

17.13 Franceschini: sipario su dolorosa pagina della storia - "Scende il sipario su una lunga e dolorosa pagina della storia italiana. Il Paese arriva a questa giornata frastornato, impaurito e travolto da una crisi finanziari". A dirlo ( guarda il video ), il capogruppo del Pd, Dario Franceschini, in occasione delle dichiarazioni di voto alla Camera sul ddl stabilità.

16.55 Tremonti in Aula - Il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, è in Aula alla Camera, dove sono in corso le dichiarazioni di voto sul ddl stabilità e sul ddl Bilancio.

16.50 Berlusconi atteso al Quirinale alle 20
- Inizieranno domani mattina le consultazioni del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per la formazione di un nuovo governo. A quanto si è appreso, il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, è atteso questa sera al Quirinale, presumibilmente tra le 20 e le 20.30. Non appena il premier avrà formalizzato le dimissioni, il Quirinale comunicherà il calendario delle consultazioni.

16.45 Monti rientra invece in albergo - Mario Monti, dopo il pranzo a Palazzo Chigi con il presidente del Consiglio, è rientrato invece, da circa venti minuti, all'hotel Forum dove, in questi giorni di frenetica attività nella Capitale, risiede.

16.41 Al summit con Berlusconi anche altri dirigenti - Si allarga la lista dei presenti al vertice nelle stanze del governo a Montecitorio con Silvio Berlusconi. Sono arrivati anche il coordinatore Pdl Denis Verdini, il ministro Raffaele Fitto, il capogruppo Fabrizio Cicchitto e Maurizio Lupi. Presente anche il Guardasigilli, Francesco Nitto Palma.

16.37 Berlusconi incontra Maroni e Calderoli -
Silvio Berlusconi, arrivato alla Camera dopo l'incontro con Mario Monti a Palazzo Chigi, sta incontrando i ministri della Lega, Maroni e Calderoli, nella sala del governo di Montecitorio.

16.33 - Legge di stabilità, al via le dichiarazioni di voto finali -
Si sono concluse nell'Aula della Camera le votazioni sugli articoli e sugli ordini del giorno al bilancio dello Stato ed alla Legge di stabilità. Ora si passa alle dichiarazioni di voto finali.

16.18 Berlusconi arriva alla Camera - Il premier, dopo l'incontro con Monti, ha raggiunto l'Aula di Montecitorio, dove è in corso la votazione della legge di stabilità, attraverso un passaggio interno.

16.12 Finisce l'incontro tra Monti e il premier
- Mario Monti ha lasciato Palazzo Chigi dopo l'incontro, durato più di due ore, con Silvio Berlusconi.

15.59 Versace va con l'Api di Rutelli - Santo Versace, secondo quanto si è appreso, passa dal Gruppo Misto ad Alleanza per l'Italia di Francesco Rutelli. Il suo passaggio verrà formalizzato da qui a brevissimo con una richiesta alla presidenza della Camera. Oggi dunque il parlamentare che è già transitato dal Pdl al Misto dovrebbe seguire la scelta delle opposizioni che, presenti in Aula, non partecipano al voto.

15.45 Ronchi: "Brunetta e La Russa non sono contrari a Monti" - "Monti è una risorsa dell'Italia, uomo di straordinaria competenza e qualità. Oggi dobbiamo vedere il programma e rispettare i punti della lettera della Bce per affrontare questa fase di speculazione economica". E' quanto affermato da Andrea Ronchi."Brunetta e La Russa non sono contrari a Monti, è chiaro che in democrazia si deve ritornare al popolo, ma la crisi ha fatto si che il nome di Monti tagliasse la testa al toro. Nel Pdl non c'è maggioranza né minoranza, non è una caserma, è solo un partito che discute. Si incontreranno delle idee e per il bene dell'Italia si farà la giusta sintesi".

15.45 Stabilità, il Pd in Aula senza votare
- Sulla legge di stabilità il Pd sarà in Aula, ma senza votare. E' l'indicazione che è stata data ai deputati dal capogruppo Dario Franceschini in occasione della riunione che si è tenuta al Gruppo prima dell'inizio delle votazioni.

15.37 Pisapia: "Governo Monti sarà un buon governo" - Ha fiducia in un eventuale Governo Monti il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, intervenuto questo pomeriggio alla manifestazione 'Riprendiamo il campo' organizzata dalla Cgil di Milano, per chiedere una nuova politica economica del Paese. "Sarà un Governo politico che farà buona politica - ha detto il sindaco di Milano, aggiungendo che "è necessario introdurre la patrimoniale, ridurre le spese della politica e rilanciare il lavoro dei giovani".

14.59 La Lega riunisce gruppo: niente governi tecnici - La linea della Lega Nord non cambia: no a governi tecnici che tradiscono il voto popolare. La decisione è emersa dalla riunione del gruppo 'lumbard' alla Camera. Resta ancora valida la 'terza via', ovvero la possibilità di un governo di centrodestra a guida Alfano o Dini ma - si spiega in ambienti leghisti - si attende ancora che Silvio Berlusconi decida cosa fare: "La nostra posizione è chiara - dice un dirigente leghista - attendiamo di capire cosa vuol fare il Pdl".

14.16 Fli: "Incontro Monti-Berlusconi è la fine della Seconda Repubblica" - "L'incontro di oggi tra Berlusconi e Monti simboleggia la fine del berlusconismo, tenendosi a Palazzo Chigi e non a Palazzo Grazioli, come sarebbe invece avvenuto se in procinto di un incarico ci fossero stati Alfano, Dini o Letta. Il ritorno al rispetto delle istituzioni e dei suoi simboli dev'essere infatti uno degli obiettivi del passaggio dalla seconda alla terza Repubblica". E' questo il commento di Italo Bocchino, vicepresidente di Fli.

13.57 Monti arriva a Palazzo Chigi - Il senatore a vita Mario Monti è appena giunto a palazzo Chigi per incontrare il premier Silvio Berlusconi . Al colloquio partecipano anche il segretario del Pdl Angelino Alfano e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta.

13:21 Casini: “Monti è la persona giusta”
- "Siamo al momento della verità: fare tutto subito, presto. Monti è la persona giusta". Lo dice il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, al Tg2. "Non bisogna perdere tempo, non c'è spazio per furberie e giochini sulle spalle degli italiani. Oggi dobbiamo al più presto dare vita a un governo" dice Casini.

13.12 Monti a pranzo da Berlusconi a Palazzo Chigi - Il senatore a vita Mario Monti si recherà a Palazzo Chigi alle 13:45 per un pranzo di lavoro e incontrerà il premier Berlusconi. La notizia è stata data dall'ufficio stampa del Senato.

13:02 La Russa: “Possibile una sintesi nel Pdl” - In attesa della decisione dell'Ufficio di presidenza del Pdl di sabato sera, per il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, è possibile una sintesi tra chi vuole andare al voto subito e chi chiede una maggioranza più ampia. "Bisogna capire - ha spiegato- cosa serve all'Italia e le valutazioni possono incrociarsi".
Le posizioni sul terreno, ha osservato La Russa, "sono due: è meglio un governo legittimato dal popolo e quindi si può votare nel giro di due o tre mesi, oppure un governo con una maggioranza più larga che da subito affronti i problemi posti dall'Europa e dai mercati. Io – ha aggiunto - sono per l'ipotesi che il governo si fa sulla scorta del voto popolare, ma questo è un momento di emergenza e può darsi che le due posizioni possono incrociarsi".

12:50 Cicchitto: “Il Pdl sta ancora discutendo, Monti resta un’ipotesi” - "Una delle ipotesi è quella di Monti, ma bisogna vedere come si colloca, il quadro politico e programmatico e le idee. Da parte nostra c'è ancora una discussione in corso su cosa succederà dopo le dimissioni del presidente del Consiglio". Così il capogruppo Pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto.

12:48 Stabilità, iniziato il dibattito alla Camera - E' cominciata in aula alla Camera la discussione generale sul ddl stabilità. Nel pomeriggio è atteso il voto e il via libera definitivo.

12:32 Napolitano: “Serve coesione” - “Occorre evitare facili vie d'uscita in illusori e poco lungimiranti localismi". Lo dice il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nella lettera inviata al congresso nazionale de La destra, in corso al Lingotto di Torino. Per Napolitano la "crisi rappresenta una sfida per la coesione sociale dell'Italia".

12:19 Enrico Letta: "No alternative a Monti" - "Non ci sono altre scelte" al governo Monti: "l'Italia lunedì deve dare ai mercati e ai partner europei la notizia che c'è stato un armistizio tra le forze politiche in lotta tra loro e che nasce il governo di Mario Monti": lo ha detto Enrico Letta, rispondendo alle domande dei giornalisti alla Camera.

12:18 Il ministro Rotondi: “No al golpe bianco” - "Dico dieci volte no al golpe banco e chiederò al mio partito di avere parola ferma e coscienza pulita". Così il ministro per l'Attuazione del programma, Gianfranco Rotondi, intervenuto alla manifestazione organizzata da Ferrara, Feltri e Sallusti al Teatro Manzoni di Milano a favore delle elezioni. Rotondi trova inquietante anche la nomina a senatore a vita di Mario Monti: "E' inquietante che lui tratti la nomina prima dell'incarico".

12:13 Giuliano Ferrara: “Giro di giostra, poi voto”
- Al Presidente Napolitano "diciamo che è suo diritto provare, facciamo questo giro di giostra ma poi si vota". Così il direttore del Foglio e fedelissimo di Berlusconi, Giuliano Ferrara, dal palco del Teatro Manzoni dove è in corso una manifestazione a sostegno delle elezioni e contro un governo tecnico. Ferrara lancia questo messaggio al Presidente della Repubblica e ne ha uno anche un per il presidente del Consiglio: "il presidente Berlusconi - ha detto - non si faccia sommergere da quelli che lunedì mattina chiuderanno i rubinetti dello spread a seconda delle convenienze di 'Merkozy'. Alla fine bisogna decidere una cosa sola, la data delle elezioni politiche generali".

12:10 Maroni: “Lega fuori da nuovo governo” - Nessuna retromarcia: La Lega Nord "non farà parte del nuovo esecutivo". Lo ha assicurato Roberto Maroni, smentendo così indirettamente le indiscrezioni su una disponibilità del Carroccio a sostenere l'ipotesi della formazione di un governo di centrodestra, guidato da Lamberto Dini. "Lunedì ci sarà un nuovo governo e la Lega non ne farà parte, nemmeno io", ha affermato il ministro dell'Interno da San Martino di Lupari, nel Padovano.

12:05 Maroni: "La mia ultima uscita da ministro" VIDEO



12:07 Scontenti Pdl entrano in Gruppo Misto - Sabato mattina i deputati Roberto Antonione, Giustina Destro, Fabio Gava, Giancarlo Pittelli e Sardelli hanno formalizzato la costituzione all'interno del gruppo Misto della Camera dei deputati della componente "Costituente popolare liberale-Pli". All'iniziativa ha partecipato Enzo Scotti in rappresentanza di "Noi Sud". (Guarda la fotogallery degli scontenti del Pdl)

11:59 Concluso l'incontro Draghi-Monti - Il governatore della Bce, Mario Draghi, ha appena lasciato Palazzo Giustiniani dopo un'ora di colloquio con il neosenatore a vita Mario Monti. Draghi ha lasciato il palazzo il macchina senza rilasciare alcuna dichiarazione.

11:54 Napolitano: “Forze politiche agiscano con responsabilità” - Un nuovo invito al senso di responsabilità delle forze politiche dal capo dello Stato, Giorgio Napolitano, quello contenuto nel messaggio al congresso della Destra a Torino. "In questa situazione - ha affermato il presidente Napolitano - sono i soggetti più deboli ad essere maggiormente esposti. Occorre pertanto che tutte le forze politiche sappiano agire con senso di responsabilità e formulare proposte in grado di conciliare il rigore posto dalla necessità di ridurre il debito pubblico e di promuovere la crescita, con l'esigenza di distribuire equamente i sacrifici, tutelando i ceti in maggiore difficoltà".

11:30 Bocchino: "Basta con la melina del Pdl" -  "La melina del Pdl sul varo del governo Monti è un atteggiamento antinazionale e le soluzioni alternative di cui si parla sono minoritarie in Parlamento e senza altro sbocco che le elezioni anticipate". Lo dichiara il vicepresidente di FLI, Italo Bocchino, che aggiunge: "che non c'è una sola ragione per cui Fli e Terzo polo possano sostenere un esecutivo guidato da un politico proposto dal Pdl o dalla Lega e senza il nostro consenso è evidente che questa soluzione non avrebbe i numeri in Parlamento".

11:23 Bersani e Letta, colloquio con Monti - Pierluigi Bersani ed Enrico Letta, segretario e vicesegretario del Pd hanno avuto un colloquio, definito informale, con il senatore a vita Mario Monti a palazzo Giustiniani.

11:20 Commissione Camera dà ok a Legge Stabilità - Via libera della Commissione Bilancio della Camera alla Legge di Stabilità. Ora il Ddl, insieme al Bilancio, passa all'esame dell'aula di Montecitorio che avvia i lavori alle 12:30. Il testo, come da programma, non è stato modificato.

11:15 Bersani: “Monti? Chiedete a Pdl e Lega” – “Segnali positivi? Chiedete di là, noi siamo abbastanza forti. Dipende". Così il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, accompagnato dal vicesegretario Enrico Letta, ha risposto ai cronisti mentre usciva da Palazzo Madama.

11:05 Draghi incontra Monti a Palazzo Giustiniani - Il presidente della Bce Mario  Draghi è giunto a palazzo Giustiniani per incontrare  Mario Monti. Il senatore a vita, da giorni indicato come il più probabile candidato a guidare un governo di larghe intese, è arrivato al suo studio nel palazzo in via della Dogana Vecchia, dove venerdì aveva avuto un colloquio anche con il governatore della Banca d'Italia,  Ignazio Visco, intorno alle 9,30.

10:40 Napoli (Pdl): "Noi diremo no alla patrimoniale" - "Noi sulla patrimoniale voteremo tassativamente contro. Che ci sia Mario Monti o qualcun'altro. Quindi quello sarà già uno scoglio che il futuro governo si troverà davanti". A dirlo è Osvaldo Napoli, vice-capogruppo alla Camera del Pdl ai microfoni di SkyTG24 . "Noi non siamo contro Monti. Anzi, tutt'altro - spiega l'esponente del partito del Cavaliere - il presidente Berlusconi lo ha nominato in passato commissario europeo, a dimostrazione della stima che ha nei suoi confronti".

IL VIDEO



10:35 De Bortoli (Corriere): "Momento drammatico"
- "Stiamo vivendo il weekend più drammatico della nostra storia recente" dice Ferruccio De Bortoli, in collegamento con SkyTG24 (GUARDA IL VIDEO) . "Da lunedì mattina dobbiamo trovare una soluzione" sostiene il direttore del Corriere della Sera parlando della crisi politica che investe il Paese. "Sono momenti nei quali forse c'è anche qualche forzatura nelle regole, ma nei quali bisogna guardare al bene del Paese. Bisogna trovare misure che evitino che da lunedì mattina il nostro paese sia oggetto di una tensione internazionale che lo metta in ginocchio".

10:21 D’Alema: “No ad Alfano premier” - Secondo l'esponente del Pd, Massimo D'Alema , questa confusione "rischia di generare ulteriori danni al paese" e aggiunge che "bisogna accantonare le aspirazioni di partito".

IL VIDEO



07:30 Lagarde (Fmi): “Stimo Monti”
- direttore del Fondo Monetario Internazionale, a SkyTG24 (GUARDA IL VIDEO) , esprime apprezzamento verso il neo-senatore a vita, premier in pectore: “Aiuta a fare chiarezza”.