Guarda anche:
Lo speciale scuola e università
Maturità 2.0: in Rete tracce e soluzioni in tempo reale
Maturità, sul web trionfa Warhol
Da Venditti ai Queen, la colonna sonora della Maturità
Notte prima degli esami? Tra Twitter, Facebook e iPhone

La maturità è un ricordo indelebile per tutti. O quasi. Ne sa qualcosa il ministro della Pubblica istruzione Maria Stella Gelmini che, in una lettera inviata al quotidiano Il Giorno, ha voluto ricordare i giorni in cui, lei giovane studentessa all'ultimo anno, ha affrontato come tanti altri il fatidico esame. "Un momento che non è possibile, di certo, dimenticare mai" scrive il ministro, spiegando che lei, nella prova d'italiano, scelse un tema su Fogazzaro, Palazzeschi e i crepuscolari. Peccato che quell'anno non ci fosse nessuna traccia su Fogazzaro.

A scoprire l'errore del ministro, è stato un blogger, Lo Scorfano, insegnante e co-autore del sito "Sempre un po' a disagio", che, a dire il vero, era già saltato sulla sedia a vedere Fogazzaro accostato ai crepuscolari.
"Io ho letto e mi sono chiesto: «Ma che cavolo c’entra Fogazzaro con Palazzeschi e i Crepuscolari?»" scrive il blogger che, andando a spulciare in rete è riuscito a trovare la traccia originale del 1992 (l'anno della maturità della Gelmini) e a scoprire che la Gelmini ha fatto confusione tra Antonio Fogazzaro e Sergio Corazzini ("Fogazzaro e Corazzini hanno in comune giusto la doppia zeta, nient’altro" spiega il blogger).