Guarda anche:
SPECIALE REFERENDUM - TUTTE LE FOTO
I vip uniti per i referendum. "Io voto. E tu?"

Domenica 12 e lunedì 13 giugno, oltre ai 4 referendum nazionali (due su acqua, uno su nucleare, uno su legittimo impedimento), a Milano i cittadini sono chiamati a votare anche 5 referendum comunali consultivi su ambiente e qualità della vita nel capoluogo lombardo.  Allargamento progressivo di ecopass; raddoppio del verde; conservazione del parco agroalimentare di Expo, risparmio energetico e riapertura del sistema dei Navigli; sono questi i quesiti promossi dal Comitato Milano si Muove composto da Edoardo Croci (ex assessore alla Mobilità, Trasporti e Ambiente della Giunta Moratti ), Marco Cappato (Radicale, segretario dell'associazione Luca Coscioni) Enrico Fedrighini (Consigliere comunale di Milano Gruppo Verdi Ecologisti per Milano). Per questi referendum il quorum necessario è del 30%  e il parere espresso dagli elettori non è vincolante per l’amministrazione.

Di seguito i quesiti:

Referendum n. 1 (scheda di colore marrone)- "Richiesta di referendum consultivo d’indirizzo per ridurre traffico e smog attraverso il potenziamento dei mezzi pubblici, l’estensione di “ecopass” e la pedonalizzazione del centro".
Votando sì, si acconsentirebbe all'allargamento progressivo dell'ecopass alla "cerchia ferroviaria di Milano", che dovrebbe quindi comprendere le stazioni Lambrate, Centrale, Rogoredo. L'ecopas diventerebbe quindi una congestion charge, una tas­sa sul traffico. Previsto anche il prolungamento dell’orario di servizio delle linee metropolitane fino alle ore 1.30 tutte le notti.
Vai al facsimile della scheda.

Referendum n. 2 (scheda di colore azzurro) - "Richiesta di referendum consultivo d’indirizzo per raddoppiare gli alberi e il verde pubblico e ridurre il consumo di suolo".
Il quesito numero 2 interroga i cittadini sull'attuazione di interventi atti a "preservare gli alberi e le aree verdi esistenti; garantire il raddoppio del numero di alberi e dell’estensione e delle aree verdi e la loro interconnessione entro il 2015, assicurando che ogni residente abbia a disposizione un giardino pubblico con aree attrezzate per i bambini a una distanza non superiore a 500 metri da casa”.
Vai al facsimile della scheda.

Referendum n. 3 (scheda di colore viola) - "Richiesta di referendum consultivo d’indirizzo per conservare il futuro parco dell’area EXPO".
Il quesito chiede che il Parco Agroalimentare previsto per l'Expo non sia smantellato dopo l'evento e l’area Expo non sia cementificata.
Vai al facsimile della scheda.

Referendum n. 4 (scheda di colore blu) - "Richiesta di referendum consultivo d’indirizzo per il risparmio energetico e la riduzione della emissione di gas serra".
Il quesito 4 propone la riduzione di emissioni inquinanti e il risparmio di energia, standard massimi di efficienza energetica per i nuovi immobili, “rottamazione edilizia”; no al gasolio per il riscaldamento, sì al teleriscaldamento.
Vai al facsimile della scheda.

Referendum n. 5 (scheda di colore rosa) - "Richiesta di referendum consultivo d’indirizzo per la riapertura del sistema dei Navigli milanesi". Lo scopo, secondo i promotori, è quello di recuperare la Darsena come porto di Milano, riaprire dove possibile i Navigli oggi sepolti sotto le strade.
Vai al facsimile della scheda.

Quando si vota - Le operazioni di voto per le consultazioni referendarie nazionali e comunali si terranno dalle ore 8,00 alle ore 22,00 di domenica 12 giugno 2011 e dalle ore 7,00 alle ore 15,00 di lunedì 13 giugno 2011.

Chi vota - Hanno diritto di voto tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto 18 anni alla data del 12 giugno 2011 (primo giorno di votazione). Hanno inoltre diritto di voto i cittadini appartenenti all’Unione Europea residenti a Milano che abbiano richiesto l’iscrizione nella apposita lista elettorale aggiunta. Scopri le agevolazioni riservate agli elettori che devono raggiungere il proprio comune di residenza.