Amministrative 2011: LO SPECIALE

Approfondimenti: Comunali, al centrosinistra le sfide più importantiLa sinistra vince ad Arcore - Crotone, sconfitta Dorina Bianchi - Il centrodestra perde Gallarate - La rabbia degli elettori Pdl sul web - Festa in piazza Duomo per Pisapia - A Cagliari vince Zedda - La Padania: "Il grande sconfitto è il premier"Baruffi: "Pronti per la festa" - Affluenza in calo

Le reazioni: Berlusconi - Cosolini - LettieriVendola - Fini - De Magistris - Pisapia - Moratti - Tabacci - Salvini - Bersani

FOTO: Festa in piazza Duomo a Milano - Milano, Napoli: entusiasmo su Twitter - Il trionfo di De Magistris -Libero: "E ora godetevi il comunismo" - Intention Poll - I candidati al seggio

(in fondo all'articolo tutti i video sulle amministrative)

La vittoria del candidato del centrosinistra Giuliano Pisapia a sindaco di Milano è stato un voto contro il premier Silvio Berlusconi da parte della sinistra.
A dirlo è il consigliere comunale della Lega Nord Matteo Salvini commentando la sconfitta della sua parte politica al ballottaggio, che candidava col Pdl il sindaco uscente Letizia Moratti. (GUARDA LA SCHEDA)
"La Lega ha fatto di tutto e di più, gli elettori sono sovrani", ha detto Salvini. "E' stato un voto contro Berlusconi dalla sinistra". E aggiunge: "Prendiamo atto del voto. Saremo un'opposizione costruttiva, vediamo cosa saprà fare la sinistra".

Matteo Salvini, però, torna a criticare i temi sollevati dal Pdl durante la campagna elettorale per l'elezione del sindaco di Milano. "Sentire parlare di Brigate Rosse, giudici e furti d'auto allontana la gente, anziché avvicinarla", ha affermato l'esponente leghista. "Il voto va rispettato - ha aggiunto - soprattutto quello dei milanesi che, probabilmente, sono stati infastiditi da certi temi". Ma Salvini non ci sta al gioco dello 'scaricabarile'.
"Quando si perde, si perde tutti insieme. Non mi interessa la caccia al colpevole". "Abbiamo sbagliato come squadra a sollevare certi temi", ha insistito.
Salvini ha poi garantito che, da martedì 31 maggio, i quattro consiglieri eletti della Lega Nord faranno "una opposizione seria" a Giuliano Pisapia. "Fare l'opposizione non ci
spaventa", ha assicurato. L'esponente lumbard ha poi espresso qualche perplessità sulla durata e la tenuta di una futura amministrazione guidata da Pisapia.