In fondo all'articolo la seconda parte della conferenza stampa di Bersani
I RISULTATI IN DIRETTA
Intention Poll: LE SCHEDE
LA GALLERY CON LE PRIME PROIEZIONI
IL FOCUS: su Milano - su Napoli

Guarda anche:
Amministrative 2011: LO SPECIALE - L'ALBUM FOTOGRAFICO


"I dati che ci arrivano segnalano significativamente che vinciamo noi e perdono loro".
E' netto il segretario del Pd Pier Luigi Bersani, primo tra i leader di partito a parlare in conferenza stampa a scutinio in corso. "C'è un'inversione di tendenza un po' ovunque con un vento del nord contro il globo Pdl-Lega. La sfida lanciata da Berlusconi si è rivelata un boomerang". Dalla sede del partito dove ha convocato i giornalisti non ha nascosto l'ottimismo.

Bersani manda subito anche un messaggio ai candidati 'grillini' che hanno corso con la lista Cinque Stelle in molte città di Italia: "Non si può stare nell'infanzia per sempre. Se si diventa forza politica bisogna tirare le somme e decidere". E aggiunge: "Ci rivolgeremo a loro in modo amichevole e rigoroso, ci interessa la loro opinione, soprattutto quella dei giovani. Ma sia chiaro: possiamo migliorarci, ma non siamo uguali agli altri".

Un invito anche per il campo avversario: "A questo punto la Lega faccia una riflessione perché il voto di Milano dimostra che si è aperta un'incrinatura fortissima tra il centrodestra e i suoi elettori che non puo' non portare a una crisi Pdl-Lega. Si sta aprendo una nuova fase politica ed è evidente che il governo non e' in grado di governare ed è inutile che dopo le elezioni provino a rabberciare".

"Il messaggio del Pd era, è e sarà creare l'alternativa a Berlusconi per ricostruire il Paese con una convergenza tra forze progressiste e moderate. Questo schema non ci ha portato male e resta e sono sicuro che gli elettori capiscano perché parliamo di Italia". Alla luce dei risultati delle amministrative il segretario del Pd rinnova l'appello al Terzo polo per un'alleanza larga. "Il Pd - sostiene Bersani - vuole fare da centrocampo ad una operazione di ricostruzione perché il dopo non sarà semplice perché saranno state lesionate alcune mura portanti delle nostre istituzioni".

Incalzato sul voto per Napoli dove il candidato dell'Idv Luigi De Magistris sembra in testa rispetto al candidato del Pd Mario Morcone e parteciperà dunque al ballottaggio contro il candidato di centrodestra, ha dichiarato: "Lavoreremo per unire tutto il centrosinistra incoraggiati anche dal fatto evidente che Lettieri ha un risultato molto basso. Le forze che il centrosinistra mette in campo -aggiunge il segretario del Pd- sono nelle condizioni di poter vincere ai ballottaggi. Il Pd lavorerà per unire e per portare avanti questa battaglia comune".


La seconda parte della conferenza stampa di Bersani