Guarda anche:
Berlusconi chiede la fiducia: tutti i video
Berlusconi alla Camera: le foto della giornata
Reazioni dell'opposizione: Bersani (Pd) - Di Pietro (Idv)- Casini (Udc)

(In fondo all'articolo i video degli interventi alla Camera
)

Silvio Berlusconi, con un discorso senza strappi contro Gianfranco Fini, incassa la fiducia ma fallisce l'obiettivo dell'autosufficienza dal gruppo del presidente della Camera, fermandosi a 311 voti, ma solo grazie ai 4 sì del Mpa. Tanto che Umberto Bossi parla di "numeri limitati" e di "strada stretta" per il governo, tornando ad invocare le urne. Ipotesi che molti nel Pdl vedono come unico sbocco possibile. Sbocco che anche per il presidente del Consiglio sarà inevitabile nel caso in cui Fini dovesse far prevalere la logica del logoramento.

Nel raccontare i retroscena del dopovoto di ieri alla Camera, il Corriere della Sera, spiega quale sarebbe la linea adottata da Silvio Berlusconi. Ai suoi il Cavaliere avrebbe detto: "Al primo scherzo si va al voto". Il giornale di via Solferino parla di un presidente del Consiglio particolarmente nero, di fronte alla prospettiva di non avere autonomia rispetto ai finiani e ai siciliani del Mpa.

Euforia invece sul Secolo D'Italia che titola, a tutta pagina, "Siamo stati decisivi", mentre i due quotidiani di area di centro destra Il Giornale e Libero per un giorno interrompono la campagna sulla casa di Montecarlo per invocare, o prevedere, le elezioni a marzo. Richiamo alle urne fatto anche dalla Padania, che ripete le parole di Umberto Bossi: "La via maestra è il voto".

Particolare spazio su tutti i quotidiani ha avuto la dichiarazione di Silvio Berlusconi che ieri in aula ha promesso, tra le contestazioni dell'opposizione la conclusione dei lavori sulla Salerno Reggio Calabria entro il 2013.


Gli interventi alla Camera e la replica di Berlusconi: I VIDEO