"Non sono un santo, lo avete capito tutti. Speriamo che lo abbiano capito anche quelli di 'Repubblica'". Con questa battuta il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha intramezzato il suo intervento a Urago d'Oglio nel bresciano per partecipare alla cerimonia di avvio dei lavori del collegamento autostradale Brescia-Bergamo-Milano.
Le parole del premier si riferiscono alle conversazioni pubblicate nei giorni scorsi sul sito Internet de l'Espresso.

Ieri, infatti, il settimanale ha messo a disposizione nuove registrazioni audio attribuite al premier Silvio Berlusconi, all'imprenditore barese Gianpaolo Tarantini e alla escort Patrizia D'Addario.
Intanto la maggioranza invoca un intervento legislativo per tutelare la privacy di tutti i cittadini ma il Partito Democratico insiste nel chiedere a Berlusconi di fare chiarezza di fronte al Paese.

Berlusconi, stamattina nel bresciano, ha anche parlato della crisi economica.  "Dobbiamo essere consapevoli che la crisi si è sfogata per quanto riguarda il sistema finaziairo - ha dichiarato - Chi doveva fallire ha fallito, chi ha perso soldi in borsa li ha persi, chi aveva titoli li ha chiusi nel cassetto in attesa di tempi migliori". Berlusconi è poi tornato a invitare gli italiani a riprender la vita di prima, ad andare in vacanza magari in Italia per far tornare la domanda di beni e servizi ai livelli di prima della cris.

Leggi anche:

Patrizia e Berlusconi: l'audio delle conversazioni 1 - 2

Patrizia D'Addario. LE FOTO 1 - 2