Un secondo uomo si sarebbe trovato con Khalid El Bakraoui, il kamikaze che si è fatto esplodere nella metropolitana di Bruxelles, causando la morte di 20 persone.

 

Identikit falso - Secondo quanto riportano i media belgi, l’uomo è stato ripreso dalla telecamera di sorveglianza mentre trasportava una grossa borsa. La sua identità al momento resta sconosciuta e non si sa se sia morto o in fuga. In mattinata un suo presunto identikit era stato diffuso dal quotidiano La Derniére Heure, ma l'autenticità del ritratto è stata in seguito smentita dalla procura belga.

 

 

La ricostruzione - Intanto, emergono nuovi particolari sull'organizzazione del commando. Secondo La Derniére Heure i due fratelli kamikaze El Bakraoui avevano intenzione di colpire le centrali nucleari del Belgio, ma l'arresto di Salah ha fatto accelerare e cambiare i piani.

I due terroristi avrebbero nascosto una telecamera davanti alla casa del direttore del programma di ricerca nucleare. Il video è stato recuperato dai due uomini dopo gli attacchi di Parigi. Il filmato di 12 ore è stato trovato in una perquisizione durante l'arresto di Mohamed Bakkali.  

 

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SEGUI LA DIRETTA DI SKYTG24 E IL LIVEBLOG