Sorvegliato a vista da agenti della polizia penitenziaria e da telecamere a circuito chiuso. Salah Abdeslam trascorre così i suoi giorni nel carcere di massima sicurezza a pochi chilometri da Bruges, nel Nord-Ovest del Belgio.

 

La cella - La cella di Salah, secondo fonti Sky TG24, si trova in un blocco sotterraneo del carcere di Bruges. Lo scarno arredamento della prigione è fissato al suolo e l'utilizzo della televisione è permesso attraverso un vetro di sicurezza. Nessun oggetto personale è presente all'interno della cella, collegata con l'esterno attraverso un passaggio per una sola persona dal quale Salah può accedere all'ora d'aria.

Questa parte della prigione, il livello di massima sicurezza, è stato costruito nel 2008 anche per le persone che sono a elevato rischio di evasione e per i detenuti con problemi comportamentali

 

Salah Abdeslam e gli altri detenuti - Salah Abdeslam non ha alcun contatto con l'esterno né con gli altri detenuti. Anche il suo avvocato, se venisse a trovarlo in carcere, potrebbe parlargli solo attraverso un vetro di sicurezza.

Salah Abdeslam è probabilmente il più famoso tra i detenuti del carcere di massima sicurezza del Belgio. Ma non è il più pericoloso, né l'unico accusato di terrorismo. Insieme a lui, infatti, nel carcere si trova Mehdi Nemmouche, accusato di essere mente ed esecutore dell'attentato al museo ebraico di Bruxelles.

 

Il carcere - La prigione di Bruges, nella periferia della città a Sint-Andries, è una delle più grandi prigioni del Belgio. I primi detenuti sono entrati nel 1991.

Costruita a forma di croce, la prigione è  in grado di ospitare 504 uomini e 94 donne. Le madri possono mantenere i loro figli con loro fino a quando non hanno compiuto tre anni.