L'ambasciata tedesca ad Ankara e il consolato tedesco a Istanbul sono rimasti chiusi oggi 17 marzo per una possibile minaccia alla sicurezza. Chiusa anche la scuola tedesca a Istanbul.  

 

 

Possibile attacco - "Abbiamo avuto indicazioni concrete di un possibile attacco alle rappresentanze tedesche in Turchia" ha detto il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier a Berlino incontrando la stampa. "Per questo - ha spiegato - nella notte ho deciso la chiusura" delle sedi diplomatiche. "Si tratta di una misura comunque precauzionale", ha aggiunto.

 

Autobomba Ankara, rivendicazione curda - Il gruppo estremista curdo Tak (Falconi per la liberazione del Kurdistan) ha rivendicato l'attacco compiuto il 13 marzo con un'autobomba nel centro di Ankara, che ha ucciso 37 persone. Il Tak la definisce una 'azione di vendetta' per le operazioni militari in corso da luglio nel sud-est a maggioranza curda del Paese. Si tratta dello stesso gruppo che aveva rivendicato l'attentato del mese scorso sempre ad Ankara, che aveva provocato 29 vittime. 

 

Belgio, diffuso identikit di un fuggitivo - Intanto in Belgio proseguono le indagini dopo la sparatoria di martedì, avvenuta in seguito a un bltiz antiterrorrismo collegato agli attentati di Parigi dello scorso novembre.