Un sospetto terrorista morto che non è Salah Abdeslam, forse altri due in fuga, quattro poliziotti feriti e un altro quartiere della capitale d'Europa bloccato. A quattro mesi dagli attacchi di Parigi, Bruxelles ripiomba nella paura (foto 1 - 2). Questa volta però a colpire sono state le forze di polizia belghe e francesi, proprio nell'ambito delle indagini sul massacro del 13 novembre, con una perquisizione del quartiere di Forest.

 

Le perquisizioni, gli spari, il blitz - Le forze di polizia hanno suonato nel primo pomeriggio, verso le 15, alla porta di un appartamento in rue du Dries, che in teoria doveva essere vuoto. Immediatamente partono, attraverso la porta chiusa, colpi di arma da fuoco che feriscono tre poliziotti. Alle 15.20 altra raffica di colpi, e un quarto ferito, più grave. Scatta intanto il perimetro di sicurezza nel quartiere, che terrà in 'ostaggio' i bambini di quattro scuole 'messi in sicurezza' sino a ora di cena. Verso le 18 parte il blitz delle forze speciali, con elicotteri per localizzare il o i fuggitivi, e cecchini sui tetti. Nell'appartamento, ormai 'ripulito', viene ritrovato il cadavere di uno dei sospetti terroristi.

 

Il sospettato ucciso non è Salah - Pochissimi i dettagli fatti filtrare dalla Procura federale belga e dalla polizia, che durante il culmine dell'operazione hanno chiesto a media e cittadini di non comunicare sui social sulla localizzazione degli uomini della squadra franco-belga per non compromettere il risultato della loro azione. Unica certezza, la persona uccisa nello scontro a fuoco "non è Salah Abdeslam", ha confermato la Procura, aggiungendo che la sua identità "non è ancora nota". Secondo quanto riferiscono alcuni media belgi, si tratterebbe di una persona completamente sconosciuta alle forze dell'ordine.

 

Mercoledì Consiglio Nazionale di Sicurezza - Le operazioni non sono ancora completamente concluse. Lo ha annunciato il premier belga, Charles Michel, che riunirà domani il Consiglio nazionale di Sicurezza. Diverse perquisizioni sono in corso a Forest. Le nuove operazioni sono localizzate in prossimità della place Saint-Denis, riferisce l'agenzia Belga citando fonti di polizia. "L'inchiesta prosegue attivamente giorno e notte", ha aggiunto la procura federale belga convocando una conferenza stampa per domattina. 

 

 

La zona vicino al luogo della sparatoria in un video amatoriale pubblicato dal sito "LePoint" 

 


Attentats de Paris : fusillade lors d'une... di LePoint