Due italiani, padre e figlio, originari di Padova, sono rimasti uccisi in Zimbabwe, forse perché  scambiati per bracconieri all'interno di una riserva di caccia. A dare la notizia è stato Il mattino di Padova e la Farnesina  ha confermato il decesso, precisando che le circostanze sono tutte da chiarire.  Secondo quanto si apprende, i due padovani sarebbero stati uccisi a colpi di fucile dal personale di vigilanza della riserva.   L'ambasciata italiana ad Harare, che lavora a stretto contatto con le autorità locali, ha già informato la famiglia per prestare tutta l'assistenza necessaria.