Assalto a tre resort turistici in Costa d'Avorio. L'attacco, portato avanti da uomini armati di kalashnikov, si è verificato nella città costiera di Grand-Bassam. "Gli attacchi hanno causato la morte di 14 civili e due soldati", ha detto il presidente ivoriano Alassane Ouattara, che si è recato sui luoghi della strage. "Sei terroristi sono stati uccisi", aveva detto in precedenza un ministro. Tra le vittime ci sarebbero anche dei cittadini europei, Hollande ha confermato la presenza di un francese. L'attacco è stato rivendicato da Al Qaeda per il Maghreb islamico.

La mappa di Grand-Bassam:



Secondo Sky News, l'attacco sarebbe stato compiuto da un commando di dieci uomini armati in abiti civili. La località presa di mira è a 40 chilometri da Abidjan.

Alcuni testimoni hanno raccontato che gli assalitori, con il volto coperto, gridavano "Allah Akbar" (Dio è grande). Secondo le testimonianze raccolte, sembra inoltre che i terroristi siano arrivati via mare, come nella strage di Sousse in Tunisia.

Il portavoce di Amnesty a Sky TG24: situazione diritti umani grave