Dopo le tensioni sul confine tra Grecia e Macedonia vissute nella giornata di ieri, l'Unione europea ha richiamato il governo macedone invitandolo ad applicare la legge internazionale in tema di migranti.

 

Intanto nella giornata di mercoledì la Commissione europea presenterà la sua proposta per un Regolamento per il sostegno finanziario d'emergenza "per operazioni di soccorso umanitario" all'interno della Ue. Ad accompagnarlo sarà una Comunicazione in cui si stima la necessità di stanziare 700 mln di euro in tre anni (300mln nel 2016; 200mln nel 2017; 200mln nel 2018) per "affrontare i crescenti bisogni umanitari nell'Unione di fronte alla crisi di profughi e migranti". Nel documento si sottolinea l'importanza di adottare "velocemente" la misura, soprattutto "in vista della primavera e la probabile escalation dei bisogni umanitari.

 

A Calais, intanto, continua lo sgombero della "giungla"