L'Ue spinge sulla politica dei rimpatri dei migranti. "È una questione di credibilità” ed è essenziale per l'accoglienza di chi ha davvero titolo alla protezione internazionale, avverte Bruxelles. La Svezia pianifica fino a 80mila espulsioni di persone che non hanno diritto all'asilo e guarda alla Germania come partner per i voli verso i Paesi di origine, col coordinamento di Frontex. La Finlandia vuole allontanare 20mila persone.

Rimpatri di massa -
Intanto un altro segnale di "chiusura" europea arriva dall'Olanda: rispedirà in Turchia tutti i richiedenti asilo che arrivano in Grecia via mare in cambio di un piano di ingresso regolare in Europa per accogliere tra i 150mila e i 250mila rifugiati. E mentre l'Unione si blinda e il premier britannico David Cameron smentisce le voci degli ultimi giorni - avvertendo che il suo Paese non è disposto ad accogliere minori non accompagnati già entrati in Europa – a Berlino il premier Renzi incontra la cancelliera Merkel. Sui profughi Italia e Germania possono fare di più, ha detto la cancelliera. L'Ue cambi passo, ha aggiunto Renzi. Die Zeit, intanto, ha definito il premier un “osso duro”, “un giovane uomo arrabbiato”.

Già 244 morti nel 2016 - Dall’Organizzazione internazionale per le migrazioni, intanto, arrivano i primi dati sui migranti morti nel Mediterraneo nel 2016: in meno di un mese hanno perso la vita già 244 persone. La maggior parte di loro, 218 persone, sono annegate nel tentativo di attraversare il mar Egeo per dirigersi dalla Turchia verso le coste greche, "aumentando a un tasso allarmante", mentre le altre sono morte sulla rotta che porta dalla Libia all'Italia. Secondo l'Oim, i migranti sbarcati quest'anno in Grecia sono finora circa 55mila. Sempre dall'inizio dell'anno, un numero stimato di 55.528 migranti e rifugiati hanno attraversato il Mediterraneo per entrare in Europa. Il totale degli arrivi dal primo al 28 gennaio registra una media vicina ai 2mila al giorno, cioè quasi quanto in tutto il mese di gennaio 2014. La maggior parte dei migranti e rifugiati è giunta in Grecia (52.055) mentre 3.473 sono arrivati in Italia.

Germania, fallito attentato in campo profughi
- In Germania, infine, è fallito un attentato con una bomba a mano contro un centro accoglienza profughi di Villingen-Schwenningen, in Baden-Wuerrtemberg. Secondo quanto ha riferito la polizia, attorno all'1.15 di notte, sconosciuti hanno lanciato oltre il recinto di sicurezza che circonda il centro una bomba a mano, che non è esplosa. Nel centro sono ospitati 176 profughi.

   Video Correlati Tutti i video