"L'Europa sta affrontando la più  significativa minaccia terroristica in oltre dieci anni”. L’Isis sta preparando nuovi attacchi "su larga scala”. A lanciare l'allarme - all'indomani della diffusione del nuovo video contenente minacce contro la Francia e la Gran Bretagna – è l’Europol, l'agenzia per la lotta al crimine dell'Ue.

"Sappiamo che hanno una forte capacità di mettere a segno attentati su larga scala", ha detto il direttore dell'agenzia, Rob Wainwright in una conferenza stampa a margine del Consiglio informale dei ministri degli Interni Ue ad Amsterdam.
 

Foreign fighter a Cosenza - Stamani, intanto, Mehdi Hamil, 25 anni, marocchino radicalizzato e residente a Luzzi, in provincia di Cosenza, è stato arrestato dalla polizia per i reati contemplati dalla nuova legislazione, in particolare per "addestramento ad attività con finalità di terrorismo anche internazionale": per gli investigatori, era "pronto a raggiungere gli scenari di guerra".

 

 

Francia nel mirino  -  Secondo il rapporto pubblicato da Europol, ci sono dunque tutte le ragioni per aspettarsi “un nuovo attacco in Europa e in particolare in Francia, con lo scopo di provocare morti di massa tra la popolazione civile. Secondo quanto sia appende, inoltre, una "quota significativa" dei combattenti stranieri (i foreign fighters in inglese) che dall'Europa e da altri continenti si affiliano allo Stato islamico in Siria e Iraq "avrebbe inoltre “avuto una diagnosi di problemi mentali prima di raggiungere l'Isis".

 

Progetto fusione Isis-Qaida -  Ed è sempre di oggi la notizia diffusa da un autorevole giornale panarabo secondo cui esisterebbero "documenti segreti" su progetti di fusione in Libia fra "quadri" dell'Isis e jihadisti libici filo-al Qaida al fine di spartirsi Tripoli e Sirte.