C'è anche un bambino italiano tra le vittime dell'attacco terroristico a Ouagadougou, nel Burkina Faso. A dare la notizia è stato il ministero degli Esteri ucraino, il quale ha comunicato che la moglie ucraina e il figlio di 9 anni del proprietario italiano del Cappuccino Cafè sono entrambi morti. Tra le vittime, ha precisato il governo di Kiev, anche la madre e la sorella ucraine della moglie di Santomenna. Una notizia confermata qualche ora dopo anche dalla Farnesina.

Bilancio di 29 morti - Il governo del Burkina Faso ha nel frattempo aggiornato il bilancio delle vittime, portandolo a 29 morti. Nel paese sono cominciati i tre giorni di lutto nazionale.

Farnesina: verifiche su circa 100 connazionali
- Dopo l'attacco, la Farnesina riferisce di "avere effettuato verifiche su circa 100 connazionali che risultavano presenti nella capitale per accertarne l'incolumità e prestare assistenza".

In campo la nostra ambasciata della Costa d'Avorio - Le operazioni sono state seguite direttamente dal console onorario e dal personale dell'ambasciata in Costa d'Avorio (competente per il Burkina Faso) che "hanno assicurato costante assistenza al connazionale e alla sua famiglia fin dai momenti successivi all'evento".

 

Il cordoglio di Mattarella e Renzi - Appresa la notizia, è arrivato il cordoglio di Matteo Renzi e quello del capo dello Stato Mattarella: "La mano violenta dei terroristi non si ferma nemmeno di fronte a un bambino di nove anni", ha detto il presidente della Repubblica