Jihadi John torna a minacciare l'Occidente in un video, ma è un clone: un nuovo boia dell'Isis lo ha emulato uccidendo, assieme ad altri quattro aguzzini, 5 presunte "spie" in un nuovo messaggio di propaganda dei seguaci di Abu Bakr al Baghdadi, tutto imperniato sulle minacce a Cameron e alla Gran Bretagna. Il filmato di circa 11 minuti, diffuso dal network jihadista di Raqqa, la “capitale” dello Stato islamico in Siria, si apre con le immagini dei cinque prigionieri che “confessano” in arabo di lavorare per gli 007 di Sua Maestà.

 

L'attacco a Cameron - "Questo è un messaggio per David Cameron: o schiavo della Casa Bianca e degli ebrei", dice in inglese nel video il nuovo boia impugnando una pistola (non un coltello, come il suo 'predecessore') che punta più volte contro la telecamera. Lo sfondo è quello desertico che ha caratterizzato altri filmati della propaganda dell'Isis.

 

L'uccisione delle presunte spie – I cinque prigionieri vengono mostrati in ginocchio, tutti in tenuta arancione, con alle loro spalle un gruppo di miliziani. Vengono uccisi con un colpo di pistola alla testa, ognuno dal proprio aguzzino. Il filmato si conclude con l'immagine di un bambino che in inglese minaccia di uccidere tutti i miscredenti, "proprio qui", in Siria.