Bill Cosby, formalmente incriminato di aggressione sessuale aggravata, resta libero dopo aver pagato una cauzione. Il 78enne attore comico americano è comparso brevemente dinanzi a un giudice di Elkins Park, un sobborgo di Philadelphia, poche ore dopo la notizia che la procura lo aveva incriminato formalmente. L'attore, vestito con un pesante maglione di grigio, con un bastone e scortato dalle forze dell'ordine, ha fatto una breve apparizione dinanzi al giudici, ma non ha fatto alcuna dichiarazione all'entrata e all'uscita dell'aula.

Cosby, che ha dovuto consegnare il passaporto, ha pagato il 10 per cento della cauzione fissata a un milione di dollari, per rimanere in libertà in attesa del processo.
  

 

Il primo processo - E' la prima volta che Cosby, dopo aver eluso per anni decine di accuse nei suoi confronti, è stato incriminato per aver aggredito sessualmente 12 anni fa Amanda Constand, una donna della Pennsylvania. Il primo processo per il protagonista de "I Robinson", popolare serie televisiva anni '80 che aveva cristallizzato l'immagine di Cosby come il bonario patriarca della prima sitcom della tv Usa con una famiglia nera come protagonista. "Le prove sono forti e sufficienti a procedere", ha detto Kevin Steele, il procuratore di una contea della Pennsylvania.

 

Le accuse - L'azione legale nasce dalla denuncia di Amanda Constand, una ex dipendente della Temple University, che accusa Cosby di averla drogata e sedotta nel 2004 nella sua casa di Cheltenham, a nord di Filadelfia. Secondo un copione coincidente con le accuse di molte altre "vittime", Amanda ha detto che Cosby le avrebbe fatto due avances indesiderate. Quando lei lo ha respinto, l’attore l'avrebbe costretta a prendere sedativi e a bere vino rendendola incapace di intendere e di volere.

Cosby ha sempre negato di aver stuprato o molestato donne contro la loro volontà e solo qualche giorno fa ha avviato un'azione legale per diffamazione contro sette delle sue accusatrici.

A luglio l'Associated Press era entrata in possesso di atti legali di un'azione civile della stessa Amanda secondo cui nel 2006 Cosby avrebbe ammesso di aver somministrato sedativi "ad almeno una donna e ad altre persone".

"Avendo rivisto la documentazione è stato nostro dovere intervenire", ha detto il procuratore annunciando di aver emesso un mandato di arresto. La decisione sul caso sarà presa entro l'estate.