Dopo mesi di trattative, è stato raggiunto l'accordo sul nucleare con l'Iran. A dare la notizia, è stato per primo un alto diplomatico occidentale citato dalla agenzia di stampa Ap.

L'intesa include un compromesso tra Washington e Teheran che permetterà agli ispettori Onu di visitare anche i siti militari iraniani.

 

Soddisfazione dell'Iran - Il ministro degli Esteri iraniano Zarif saluta l'accordo sul nucleare a Vienna come una soluzione 'win-win', ovvero in cui vincono le entrambe le parti, e come "una nuova era di speranza".
 

Obama: l'Iran non avrà la bomba atomica - Grazie a questo accordo l'Iran non sarà in grado di sviluppare la bomba atomica, commenta il presidente Usa, Barack Obama, spiegando che ci saranno "serie conseguenze" in caso di violazione dell'intesa.
 

Mogherini: "Giornata storica" - Di "giornata storica" parla invece l'Alto rappresentante Federica Mogherini: "Stiamo creando - dice - le condizioni per rafforzare la fiducia e aprire nuove possibilità alle nostre realizzazioni. Questo risultato è il risultato di sforzi collettivi, nessuno avrebbe mai pensato che sarebbe stato facile ma il periodo di estensione previsto e tutti gli sforzi ci hanno aiutato a superare i momenti difficili".

L'intervista a Federica Mogherini


Dura condanna di Israele - 
E pronta arriva la reazione, durissima, di Israele. "Il mondo è molto più pericoloso" e "Israele non si è impegnato" a rispettare l'accordo di Vienna sul nucleare iraniano perché l'Iran "insiste nel volerci distruggere", ha detto Benyamin Netanyahu all'inizio di una seduta straordinaria del Consiglio di difesa del suo governo. Il premier ha parlato anche di "un errore di portata storica". "Questo accordo è un accordo di resa storica da parte dell'Occidente verso l'Asse del Male con l'Iran in testa", ha aggiunto la viceministra degli Esteri Tzipi Hotovely. E ancora: "Lo Stato di Israele agirà con tutti i mezzi per tentare di impedire la ratifica di quell'accordo" fra l'Iran e i paesi del 5+1. "Accordo ha effetto negativo sulla storia": è il commento dell'ambasciatore d'Israele in Italia, Naor Gilon.

 

Il disappunto d'Israele


 

Il commento di Alberto Negri