Il Consiglio di sicurezza Onu si riunirà per discutere di una possibile condanna del lancio di un missile da parte della Corea del Nord. Lo hanno riferito diplomatici delle Nazioni Unite, dicendo che il Consiglio auspica l'approvazione all'unanimità di una condanna di quella che molti definiscono una violazione da parte della Corea del Nord del divieto Onu sull'uso della tecnologia militare missilistica. Il divieto si inserisce tra le sanzioni imposte dal Consiglio di sicurezza a Pyongyang dopo i test nucleari del 2006 e del 2009.

Fallito il lancio del razzo nordcoreano - Venerdì 13 aprile la Corea del Nord ha tentato senza successo di mandare in orbita un missile a lungo raggio. A quanto riferisce il Comando nord americano di difesa aerospaziale, il primo stadio del missile è precipitato nel mar Giallo, 165 chilometri a ovest di Seul, seguito  poi dagli altri stadi. Secondo i giapponesi, il missile e' esploso ad un'altitudine di  120 chilometri, mentre per i sudcoreani sono 151. La marina di Seul  sta cercando di recuperare i resti del missile caduti in mare.

La Corea del Nord aveva annunciato nei giorni scorsi la messa in orbita del satellite meteorologico, in occasione del centenario della nascita del fondatore del regime, Kim Il Sung, nonno  dell'attuale leader. Ma l'annuncio era stato condannato dalla comunità internazionale come un tentativo di condurre un test  missilistico, in violazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza dell'Onu.