Guarda anche:
Classifica delle parole più cercate in rete: vince Facebook
Facebook, arriva la Timeline per raccontare la propria vita
Facebook: ecco la Timeline, tra entusiasmo e preoccupazioni
Niente Timeline per Facebook: problemi legali

La presentazione, il rinvio inaspettato e, finalmente, il lancio ufficiale. Facebook ha annunciato che da giovedì 15 dicembre la Timeline è disponibile a tutti gli 800 milioni di utenti sparsi nel mondo (guarda l'infografica sull'Italia). Dal 22 dicembre sarà obbligatoria per tutti. Si tratta di un nuovo modo di concepire il profilo che arriva a pochi giorni dal restyling di Twitter.

L'attivazione -
Per cambiare la propria pagina basta andare nella parte di Facebook dedicata alla Timeline e cliccare, in basso a destra, su "ottieni il diario". Si viene subito indirizzati sulla nuova versione del profilo e si possono scegliere due strade: renderlo subito pubblico oppure nasconderlo per sette giorni. Un periodo di prova per allestire al meglio la pagina al termine del quale avverrà in automatico l'upgrade (la pagina per avere maggiori informazioni).

Cosa cambia - La Timeline permetterà di impaginare tutte le risorse condivise su Facebook secondo una linea temporale. Sarà cioè possibile scorrere anno per anno le foto e i video condivisi online, oltre alle attività svolte sulle applicazioni terze. Lo scopo è costruire nel tempo una sorta di "diario digitale" della propria vita, che metta in evidenza, ad esempio, i film visti, i libri letti, i brani musicali ascoltati di più, i piatti più cucinati o tutti i viaggi fatti. Ovviamente sarà possibile decidere quali elementi visualizzare e quali invece nascondere. "Vogliamo rendere la timeline un posto di cui sei orgoglioso. Qualcosa come la tua casa", aveva spiegato durante la presentazione Mark Zuckerberg. Un cambiamento che aveva scatenato anche alcune critiche. Farhad Manjoo su Slate.com aveva parlato "dell’orribile piano di Facebook di farci condividere qualsiasi cosa online” con un solo scopo: “più persone condividono risorse su Facebook, più motivi avranno per tornare su Facebook e più Facebook diventerà centrale nelle nostre vite”.

I ritardi -
Il lancio sarebbe dovuto avvenire il 29 settembre. Poi però, proprio quel giorno, è arrivata un’ingiunzione legale e Facebook. Alla base del ritardo c’è stato l’esposto presentato da Timelines.com, una piccola startup di Chicago che offre un servizio simile (ma non del tutto uguale) a quello di Facebook.

Facebook Timeline, il video ufficiale da YouTube