In Sudafrica oggi, giovedì 17 giugno, è il giorno dei funerali della piccola Zenani. La pronipote di Nelson Mandela è morta in un incidente stradale la notte del 10 giugno. Tornava a casa dopo il concerto di Sowedo, il giorno prima dell’inizio dei Mondiali di calcio. Le celebrazioni si svolgono al St.Stithians College, l’esclusivo istituto metodista di Sandton in cui la ragazzina andava a scuola. I compagni di classe e gli amici di famiglia hanno letto messaggi in ricordo di Zenani.

Nella cappella è presente Nelson Mandela, 92 anni a luglio, ex presidente del Sudafrica e storico leader della lotta anti apartheid. È in prima fila, accanto alla moglie Graca. Proprio per il lutto che ha colpito la famiglia, il premio Nobel per la Pace aveva annullato la sua partecipazione alla cerimonia inaugurale dei primi mondiali africani.

Zenani, che aveva compiuto 13 anni all’inizio di giugno, era la nipote di Zindzi Mandela, la figlia dell'ex presidente. La ragazzina viaggiava su un’auto che si è ribaltata. Il conducente, Zizwe Mankazana, 23 anni, figlio di amici di famiglia, è accusato di omicidio colposo e guida in stato d’ebbrezza.

La vita di Nelson Mandela è stata costellata da una serie di dolori: perse una figlia che era ancora bambina, un figlio adulto in un incidente d'auto all'epoca in cui era in prigione, un altro per l'Aids nel 2005.