L'Italia vive "una fase delicata" in cui permane un quadro di incertezza a livello internazionale, afferma il presidente della Corte dei Conti, Raffaele Squitieri, nella relazione pronunciata in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario. E lancia il monito: “E' fondamentale fornire impulso alla crescita economica e all'occupazione pur nel rispetto dei vincoli di finanza pubblica".

 

Spending review parziale insuccesso  - Punta poi il dito contro i tagli operati a danno dei servizi alla collettività e parla di "parziale insuccesso" della spending review  dovuto alla "rigidità” nelle scelte delle modalità di contenimento della spesa. “E' importante – aggiunge - che l'azione di tutte le istituzioni sia indirizzata a volgere in positivo le aspettative degli operatori, rinsaldando la fiducia nello Stato e la credibilità del  paese”. Se l’Italia è "ormai uscita dalla recessione" resta infatti "incertezza", soprattutto a causa dello scenario  internazionale".

 

La complessità delle leggi crea spazi fertili a illegalità- Raffaele Squitieri fa anche un forte richiamo contro l’illegalità che, sostiene, “trova nella complessità e nella moltiplicazione delle leggi spazi più fertili per fare presa, piuttosto che presidi od ostacoli al loro diffondersi".