Un miliardo. È questo il numero di persone in tutto il mondo che usa Whatsapp. In altre parole, quasi una persona su sette, ogni mese, utilizza il servizio di messaggistica per rimanere in contatto con amici, parenti e colleghi.

Nel 2014 gli utenti erano 450 mln - Un traguardo importante per la piattaforma, che dopo aver annunciato l’abolizione della quota d’iscrizione ora dovrà pensare a come monetizzare tutti questi utenti. Solo due anni fa, quando fu comprata da Facebook per 19 miliardi di dollari, il servizio ne contava 450 milioni. Era il 2014 e Mark Zuckerberg profetizzava: “Siamo in grado di raggiungere un miliardo di persone”. Ora che l’obiettivo è raggiunto, l’amministratore delegato di Facebook scrive in un post: “È un passo importante per collegare il mondo intero”.

42 miliardi di messaggi al giorno - Ad annunciare il risultato di Whatsapp è stato il co-fondatore Jan Koum. Anche lui ha usato Facebook per dirsi orgoglioso di quanto fatto in 7 anni e per dare qualche altro numero. Sono 53, ad esempio, le lingue supportate dal servizio, 42 miliardi i messaggi inviati al giorno, 250 milioni i video, oltre un miliardo e mezzo le foto. Poi Koum si è spostato su Twitter e ha tirato in ballo i mancati Oscar a Leonardo DiCaprio: “Un miliardo di persone – ha ironizzato in un tweet – e nemmeno un Crunchie award. Leo, condivido il tuo dolore”.

L'INFOGRAFICA